Blocco per gli utenti Apple: l’aggiornamento che stravolge tutto, non potrete più farlo

Arrivano pessime notizie per tutti gli utenti con un dispositivo Apple. L’ultimo aggiornamento stravolge completamente le carte in tavola, non sarà più possibile eseguire una delle azioni più comuni ed apprezzate

Ormai qualche mese fa, Apple ha rilasciato ufficialmente l’ultimo aggiornamento del sistema operativo ad iOS 16. Come sempre accade quando ci sono major update come quest’ultimo, le novità introdotte dall’OEM di Cupertino sono diverse e vanno a riguardare tanto l’interfaccia grafica quanto le funzionalità interne.

blocco iphone
L’ultimo aggiornamento di iOS rimuove una delle funzionalità più apprezzate in assoluto – Cellulari.it

Basti pensare alla schermata di blocco, stravolta per dare una maggior possibilità di personalizzazione agli utenti. Tra font, colori e dimensioni del testo modificabili, insieme agli sfondi stessi e ai widget. Ma non solo, perché ci sono anche modifiche non proprio apprezzate dai consumatori. Una su tutte, emersa nei giorni scorsi e che non permetterà più di svolgere una delle attività più apprezzate in assoluto.

Ora è ufficiale: l’ultimo aggiornamento di Apple blocca una feature

iOS 16 ha portato anche a brutte sorprese per gli utenti. Oltre ai vari aggiornamenti e alle feature mai viste prima, infatti, l’OEM di Cupertino ha applicato alcuni blocchi di feature apprezzatissime e molto utilizzate a livello globale. L’ultima di queste decisioni è emersa proprio in queste ore, con segnalazioni che non lasciano spazio ad equivoci.

apple 20230109 cellulari.it 3
Ecco tutti i dettagli a riguardo (Unsplash)

Nello specifico, pare che coi vecchi modelli di Apple TV non sia più possibile riprodurre i contenuti con protezione DRM (Digital Rights Management). Rientrano in questa categoria, per esempio, film e serie TV di Netflix, Prime Video, Infinity e chi più ne ha più ne metta. Se volete collegare il vostro iPhone al dispositivo Apple per vedere i vostri contenuti tramite televisione, sappiate che non è più possibile farlo.

E ad aggravare il tutto c’è il fatto che non solo non funziona più lo strumento se si collega il proprio melafonino tramite Wi-Fi, ma anche se decidete di collegare un adattatore HDMI dal telefono all’apparecchio. Provando a riprodurre i contenuti scelti, vedrete che lo schermo sarà completamente nero e non ci sarà la possibilità di trovare alternativa. Ricordiamo che non sono state le piattaforme ad impostare il tutto, in quanto la gestione dei contenuti con protezione DRM è affidata proprio alle aziende che producono i dispositivi. E’ stata dunque Apple stessa, con un aggiornamento di iOS 16 ad una versione successiva, a decidere per questa limitazione non da poco per tutti i consumatori.