BlackBerry, cessione entro novembre

La fretta dei dirigenti BlackBerry è dovuta principalmente all’avvicinarsi della trimestrale di settembre, che con ogni probabilità non sarà in grado di presentare risultati soddisfacenti.

A pochi giorni dall’acquisto di Nokia da parte di Microsoft, il Wall Street Journal è tornato sul tema “cessioni storiche nel comparto mobile” con la notizia del Consiglio d’Amministrazione di BlackBerry deciso a vendere la società entro il prossimo novembre.

Non più tardi di qualche settimana fa, il ceo del Gruppo canadese, Thorsten Heins, aveva istituito una commissione interna per valutare tutte le possibilità di business future. E oggi, con la situazione ormai chiarita e con la soluzione della vendita come unica strada praticabile, il processo di cessione parziale o totale sembra finalmente pronto a prendere il via.

La fretta dei dirigenti BlackBerry è dovuta principalmente all’avvicinarsi della trimestrale di settembre, che con ogni probabilità non sarà in grado di presentare risultati soddisfacenti.

Al momento, BlackBerry si è rifiutata di commentare l’indiscrezione. Ma è evidente che il tempo stringe. Se il brand vorrà continuare ad esistere, avrà bisogno al più presto di una nuova proprietà.