Banditi questi cellulari: cercano di espandere il blocco in più paesi

L’hanno definita la guerra dei brevetti. Un po’ un tutti contro tutti, dove da una parte c’è un colosso europeo produttore di smartphone, e dall’altro uno cinese, tutt’altro che arrendevole.

Banditi questi cellulari: cercano di espandere il blocco in più paesi
Banditi questi dispositivi (Web Source)

Dal ritiro di questi dispositivi dal mercato tedesco ad agosto, tutte lasciavo presagire una strada in discesa per Nokia, nella battaglia legale con uno dei colossi cinesi. Ma nulla è come appare, almeno fino a prova contraria.

Nokia aveva prevalso, su due brevetti quasi identici della stessa famiglia, in quello che è solo un piccolo mercato per il brand: i Paesi Bassi. Anche la Corte regionale superiore di Karlsruhe ha respinto le mozioni di Dongguan per sospendere l’applicazione delle ingiunzioni di Mannheim di Nokia. Ma chi si aspettava l’inizio della fine, deve cominciare a pensare di ricredersi.

La rivincita di OPPO

OPPO - Cellulari.it 20221014 2
OPPO – Cellulari.it

Sotto vari altri aspetti, quei due mesi sono stati terribili per l’azienda wireless finlandese, che generalmente gestisce molto bene il suo business dei brevetti e ha molte opportunità di crescita in quell’area, ma ha bisogno di una strategia di uscita dal sempre più costoso tit-for-tat con OPPO.

Se le cose andranno così, Nokia rischia di ritrovarsi bloccato come in un pantano, proprio nel momento in cui ci sono importanti rinnovi in ballo.

L’inizio lasciava presagire ben altro: 4 sentenze su 4 in Germania (due a Mannheim, due a Monaco di Baviera, Ma OPPO è incredibilmente resistente. Dopo quelle prime quattro ingiunzioni, infatti, è arrivata la scolta per i cinesi: il tribunale regionale di Dusseldorf ha sospeso due casi Nokia contro OPPO, così come il tribunale regionale di Monaco I circa un mese fa.

In una decisione giurisdizionale, la Corte suprema del popolo cinese è rimasta coerente con la sua giurisprudenza OPPO v. Sharp: secondo i media cinesi, in Cina verrà ora determinato un canone FRAND globale. E Nokia potrebbe essere bandito dal paese più popolato al mondo.

OPPO, insomma, si sta riprendendo tutto con gli interessi. Il tribunale regionale di Mannheim ha confermato che il processo Nokia contro OPPO è stato annullato, in quanto l’azienda scandinava ritirato la sua denuncia contro OnePlus, affiliata OPPO, su uno dei due brevetti su cui Nokia aveva prevalso a Monaco: EP3557917 su un “metodo e apparato per fornire comunicazione discontinua».

In precedenza il tribunale aveva informato le parti del suo parere preliminare che il brevetto non sembrava essere effettivamente violato, contrariamente a quanto il tribunale di Monaco aveva stabilito nei confronti di OPPO (al contrario di OnePlus).

Anche la scorsa settimana, il Patent Trial & Appeal Board (PTAB) dell’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO) ha accolto una petizione OPPO, avviando una revisione inter partes di un brevetto Nokia, in quanto OPPO “ha mostrato una ragionevole probabilità che prevarrebbe contro tutte le pretese impugnate nella sua petizione.

Inoltre non c’è alcun contenzioso per violazione negli Stati Uniti tra Nokia e OPPO. Ciò significa che la stessa OPPO ha deciso di portare la battaglia negli USA, altro segnale di quanto sia determinata l’azienda cinese a Nokia in tutto il mondo.