Attenti ai vostri dispositivi: gli errori comuni che ti mettono a rischio | Segui questi passaggi

Che l’era tech sia tanto inebriante quanto preoccupante, è sotto gli occhi di tutti. Ormai con un dispositivo in mano si può fare tutto: giocare, lavorare, chattare, dare libero sfogo a qualsiasi fantasia.

Ma anche pensare a come tenersi lontani dai guai, perché se nel 2021 c’è stato un record di attacchi hacker, a fine 2022 ce ne saranno stati di più: parola delle previsioni.

Attenzione a questi passaggi (Adobe Stock)
Attenzione a questi passaggi (Adobe Stock)

Violazioni della privacy, furti, possibili cyber criminali che esplorano liberamente le foto che hai condiviso sui social network, facendo il bello e cattivo tempo dentro il tuo account: l’elenco dei fastidi digitali potrebbe continuare. All’infinito.

Tristezza e paura, però, mettiamole da parte. Se l’attenzione è la prima regola di convivenza in questo mondo un po’ smart un po’ tech, ci sono in primis degli errori molto comuni da evitare e degli importanti passaggi, semplici e intuitivi da seguire, per migliorare sicurezza e privacy online.

Dall’impostazione della privacy alle password, passando sempre per il cervello

Capitolo social. Perché la stragrande popolazione mondiale ha un account su qualche piattaforma: che sia TikTok, Instagram, Twitter, Snapchat, Facebook o l’incalzante BeReal, fa lo stesso. Il consiglio migliore è quello innanzitutto di controllare le tue impostazioni sulla privacy: sta a te decidere quali informazioni vuoi condividere con sconosciuti rispetto ai tuoi amici, o anche a nessuno tranne te. Modifica le impostazioni sulla privacy del tuo account di social network. Aiuta. Eccome.

L’oversharing non si limita ai social network. Non utilizzare servizi online destinati alla condivisione di informazioni per archiviare i tuoi dati privati. Ad esempio, Google Docs non è il luogo ideale per archiviare un elenco di password e Dropbox non è il luogo migliore per le scansioni del passaporto a meno che non siano conservate in un archivio crittografato. Quando visiti un sito, inoltre, occhi aperti, testa sulle spalle e massima concentrazione: il tuo browser rivela un sacco di cose su di te e sulla tua cronologia di navigazione.

Gli esperti di marketing utilizzano queste informazioni per profilarti e indirizzarti con annunci. La modalità di navigazione in incognito non può davvero impedire tale tracciamento; è necessario utilizzare strumenti speciali.

Password - Cellulari.it 20221108
Password, attenzione a condividerle – Cellulari.it

Condividere indirizzo e-mail e numero di telefono in maniera superficiale causa in primis tonnellate di spam nella tua casella di posta elettronica e centinaia di chiamate automatiche sul tuo telefono. Anche se non puoi evitare di condividere queste informazioni con servizi Internet e negozi online, non condividerle con persone a caso sui social network. E considera la possibilità di creare un indirizzo e-mail usa e getta separato e, se possibile, un numero di telefono separato per questi casi.

Cambiare le password ogni 3-6 mesi, o magari affidarsi a un gestore di password, è una buona abitudine, così come quella di eliminare i programmi non attendibili. Per tutto il resto c’è il cervello, connesso quando sei su internet.