Apple sfida Paypal sui pagamenti online

Dopo il lancio soddisfacente di Apple Pay, Apple mette nel mirino i servizi finanziari C2C, ovvero tra utenti come da anni fa Paypal.

Dopo il lancio soddisfacente di Apple Pay, Apple mette nel mirino i servizi finanziari C2C, ovvero tra utenti come da anni fa Paypal.

La prossima evoluzione del servizio di Apple punta infatti a fornire agli utenti uno strumento per inviare e ricevere denaro direttamente dal proprio iPhone, emulando in qualche modo il servizio fornito dal più blasonato Paypal.

Si tratta del secondo grande concorrente, dopo che in passato ci aveva provato Google con Google Checkout, servizio che nonostante il grande supporto, non ha avuto grande successo.

Nel frattempo Paypal ha allargato i propri orizzonti, permettendo l’addebito diretto in conto corrente senza necessità di utilizzare una carta di credito.

Una funzione che potrebbe aiutare gli utenti privi di carta ad utilizzare Paypal ma soprattutto eliminare quel costo di transazione a carico di Paypal, rilanciando non poco i possibili guadagni.

Lato Mobile troviamo Square come principale competitors, un sistema lanciato 3 anni fa ed in grado di ritagliarsi un buon 10% di mercato.

Presto sarà la volta di Facebook che aveva promesso un servizio di scambio di denario sfruttando Messenger di Facebook.

Riuscirà Apple a prendersi una fetta di questo business miliardario?