Allarme social, milioni di utenti a rischio | La verità sconvolgente

Nuovo allarme social per gli utenti, ci sono milioni di utenti che al momento se la devono vedere con un nuovo rischio. E’ emersa una verità a dir poco sconvolgente, ecco tutto quello che c’è da sapere

Al giorno d’oggi, i social network sono diventati indispensabili nel quotidiano di praticamente chiunque. Tra Instagram, Facebook, TikTok, LinkedIn e chi più ne ha più ne metta, milioni di persone pubblicano contenuti o semplicemente ne usufruiscono in forma “passiva”.

instagram multa 20220906 cellulari.it
Problemi per gli utenti di un social network. C’è una notizia piuttosto sconvolgente, anche per come è arrivata (Adobe Stock)

Bisogna però sempre stare attenti a ciò che succede, soprattutto a livello di sicurezza. Potrebbe infatti capitare di incappare in problematiche varie con conseguenze anche molto pesanti. Proprio a tal proposito, c’è una notizia dell’ultima ora che è a tratti sconvolgente e preoccupa gli utenti. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Problemi per un social network, chiesta multa da 405 milioni di euro

instagram multa 20220906 cellulari.it
Pare che alcuni dati privati degli utenti minorenni finivano pubblici con la creazione di un account aziendale (Adobe Stock)

L’ultimo problema in ambito social network riguarda nello specifico Instagram. Stando a quanto emerso, ci sarebbero grossi problemi riguardo ad e-mail e cellulari degli utenti minorenni senza alcun tipo di protezione. L’indagine è stata portata avanti dalla Data Protection Commission dell’Irlanda che, una volta ottenuti i risultati, ha comminato una maxi-multa del valore di 405 milioni di euro al social network di Mark Zuckerberg.

Entrando più nello specifico, ci si è concentrati sul modus operandi dell’azienda in merito all’esposizione di dati personali appartenenti ad utenti di età compresa tra i 13 e i 17 anni. Il tutto ha preso il via dopo che un data scientist ha scoperto che alcuni utenti, aprendo account aziendali, fornivano le informazioni di contatto visualizzabili a tutti. Al momento non ci sono dettagli completi a riguardo, che dovrebbero venire emessi nella prossima settimana. Si parla comunque della possibile seconda multa più salata di sempre, in linea con le rigide regole dell’Unione Europea in merito alla privacy. 

Al primo posto di questa “speciale graduatoria” c’è invece Amazon, con le autorità del Lussemburgo che le avevano comminato una multa del valore di 746 milioni di euro. Staremo a vedere in che modo si evolverà la situazione e se effettivamente Instagram dovrà pagare la sanzione prevista. Ci saranno tutte le indagini del caso e sarà compito della piattaforma di Zuckerberg cercare di difendere a modo la sua posizione.