Airbnb rivoluziona la sua app: è il più grande cambiamento dell’ultimo decennio

Non chiamateli update, commettereste un grande errore. Ora che la pandemia da Coronavirus sembra affievolita, c’è tanta voglia di organizzare le vacanze estive. Certo, nella sicurezza più totale e in base alle regole stabilite, ma gli allentamenti di molti paesi inducono all’ottimismo.

Airbnb 20220514 cell
Airbnb rinnova l’app – Adobe Stock

Airbnb coglie la volo l’occasione per rifare il trucco alla sua applicazione. In realtà è l’inizio di una autentica rivoluzione, o come l’ha definito il CEO Brian Cheskyè il più grande cambiamento per Airbnb“.

Il portale californiano online, che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con altra gente che dispone di uno spazio extra da affittare, ha deciso di cambiare radicalmente la sua app, includendo in pratica un nuovo concept, un modo di cercare, suddividendo i soggiorni tra le case e le protezioni degli ospiti.

Cinquantasei nuove categorie: tutte le novità di Airbnb

Appartamento Airbnb 20220514 cell
Appartamento Airbnb – Adobe Stock

Le funzionalità, annunciate durante il suo evento estivo virtuale, permettono una nuova strategia di ricerca, l’opzione per dividere i soggiorni tra le case e protezioni aggiuntive per gli ospiti. L’app aggiornata e le nuove funzionalità verranno lanciate negli Stati Uniti mercoledì e a livello globale questa settimana, in vista di quella che si prevede sarà un’intensa stagione di viaggio estiva.

Nel particolare l’idea è quella di utilizzare la funzione di ricerca, progettata per consentire agli utenti di scoprire più facilmente le case in luoghi che potrebbero non aver pensato di cercare. Quando un utente apre la piattaforma, gli vengono presentate 56 categorie che organizzano le case in base al loro stile, posizione o vicinanza a un’attività di viaggio. Se una persona cerca un luogo particolare, i risultati sono organizzati anche per categorie rilevanti per la destinazione.

Le categorie di stile vanno da “viste straordinarie” a “case di terra”. Le categorie di località includono luoghi come parchi nazionali e vigneti, mentre le categorie di attività racchiudono l’alternativo, come il campeggio e il golf. “Le categorie di Airbnb organizzano le case in base a ciò che le rende uniche, il che aiuta le persone a scoprire luoghi che altrimenti non avrebbero trovato. Ciò può aiutare ad alleviare l’eccessivo turismo ridistribuendo i viaggi in nuove località oltre le stesse destinazioni popolari”. Parola di Airbnb, nell’ultima nota ufficiale.

Nel suo rapporto sugli utili all’inizio di questo mese, infine, Airbnb ha fornito una previsione ottimista per il secondo trimestre del 2022 e ha affermato che le notti e le esperienze prenotate hanno superato i livelli pre-pandemia. Per il Coronavirus bisogna continuare ad avere il massimo rispetto, ma non più paura.