Addio Apple: hanno cancellato tutto, utenti disperati

Gli sviluppatori lamentano che Apple faccia il bello e il cattivo tempo con le loro applicazioni. Apple risponde che alcune applicazioni non sono più di alcuna utilità, motivo per cui verranno eliminate dall’App Store. Insomma è una vera e propria guerra tra il colosso di Cupertino e i creatori di applicazioni, non troppo vecchie a dirla tutta, che rischiano la cancellazione definitiva dallo store.

Ma di cosa stiamo parlando esattamente? Sembra che Apple abbia deciso di “svecchiare” il suo catalogo eliminando tutte quelle applicazioni, giochi e non, che non vengono aggiornate da tanto tempo o comunque risultano obsolete in fatto di età, performance e software.

Apple - Cellulari.it 20221109
Apple – Cellulari.it

E quel che è peggio, almeno stando a sentire i developer, è che Apple avrebbe affermato che tutte le app che saranno rimosse a breve “se lo sono meritato” proprio a causa della loro scarsa “modernizzazione”.

Le proteste degli sviluppatori

Insomma gli sviluppatori si sono visti recapitare una mail da Apple in cui l’azienda californiana avvisava che entro 30 giorni, a meno di aggiornamenti importanti, le app sarebbero state rimosse dall’App Store. Le proteste sono state immediate e molto numerose, tanto che Apple ha acconsentito di prolungare il “periodo di prova” a 90 giorni, ma oltre questa concessione non è stato possibile andare.

Per spiegare la sua decisione, Apple ha rilasciato una nota ufficiale dove si legge: «Come parte del processo di miglioramento dell’App Store, stiamo spedendo delle email agli sviluppatori di applicazioni che non sono state aggiornate negli ultimi tre anni e che non hanno raggiunto la quota minima di download necessaria, ossia che non sono state mai scaricate o che hanno avuto pochissimi download nell’arco di un periodo di dodici mesi, notificando che la loro applicazione è stata selezionata per essere rimossa dall’App Store».

App Store iOS - Cellulari.it 20221109
App Store iOS – Cellulari.it

Il problema legato alla cancellazione delle applicazioni, poi, ne ha fatto emergere un altro legato alla conservazione del software: infatti la decisione di Apple potrebbe portare alla cancellazione di interi gruppi di applicazioni, o anche giochi, che non sarà più possibile recuperare in nessun modo. E poi i titoli che saranno cancellati non sono solo quelli molto vecchi, ma pare ce ne sia qualcuno che è piuttosto recente.

Un esempio eclatante è quello dell’azienda Protopop Games, la quale ha pubblicato un gioco gratuito due anni fa, Motivoto, e si è vista recapitare la mail con il “preavviso di sfratto”. La reazione su Twitter è stata immediata: nel post pubblicato dal suo CEO, si legge: «Sono nauseato. Apple mi ha appena inviato una mail dicendo che rimuoverà il nostro gioco gratuito Motivoto perché ha più di due anni. Eppure ci sono giochi che ancora resistono dal 2000. Questa è una vera ingiustizia per gli sviluppatori indipendenti come noi».