***

Entro il 2020, anche la Cina potrebbe raggiungere Marte con alcune sonde esplorative e un rover per analizzare il suolo del pianeta rosso. Lancio affidato al vettore di nuova generazione Lm-5.

La Cina ha annunciato di voler raggiungere il pianeta rosso entro i prossimi 5 anni, aggiungendosi alla corsa verso Marta scatenata di recente prima dalla Nasa, poi da Elon Musk che promette viaggi marziani entro il 2024.

Cosi come fatto dalla Nasa con il rover Opportunity, anche la Cina si appresta a inviare un proprio robot per esplorare il suolo marziano in vista di possibili insediamenti umani. Oltre al rover terrestre, saranno presenti alcune sonde per analizzare ed esplorare il pianeta.

Il lancio sarà effettuato tramite un lanciatore di nuova generazione, denominato LM5, il primo di produzione cinese ad utilizzare propellente liquido su ogni stadio.

Come possiamo vedere dalle immagini di rendering, il veicolo cinese assomiglia molto al rover americano. A differenza di quest’ultimo, utilizza ruote semi cingolate oltre a poter disporre di una base di appoggio.

Il rover cinese sarà equipaggiato con tutta la strumentazione possibile immaginabile per compiere analisi e ricerche in suolo marziano.

Nel frattempo, il solitario Opportunity sta segnando record su record. Progettato per durare qualche anno, il robot della Nasa ha ormai superato i suoi primi 5 anni di onorata carriera e sembra non volersi fermare qua.