Cellulari.it

LG G6 ha ricevuto la certificazione HDR da Netflix

LG G6 ha ricevuto la certificazione HDR da Netflix

LG G6 è diventato l’unico dispositivo a supportare la riproduzione multimediale in HDR su Netflix; infatti il gigante del video streaming ha concesso alla società sudcoreana la certificazione necessaria che consente la riproduzione dei suoi contenuti

 LG G6 è il primo smartphone ad essere stato certificato Dolby Vision ed anche HDR 10 da parte di Neftlix, la famosa società americana di contenuti streaming.

Durante una conferenza stampa tenuta dalla stessa società americana in occasione del MWC 2017, il CEO di Netflix Reed Hastings ha dichiarato che "Netflix estenderà il supporto HDR sui dispositivi mobili a partire da LG G6, che supporta lo streaming sia Dolby Vision che HDR 10" e come promesso, la rivista TheEconomicTimes h ariportato che a due mesi da questa dichiarazione, il famoso gigante del video streaming ha iniziato a rendere disponibile il supporto per l'HDR sui dispositivi mobili. 

In questo momento sul mercato sono presenti solo due smartphone con supporto per l'HDR di Netflix: LG G6 e Samsung Galaxy S8 e d a questi due dispositivi verrà presto ad aggiungersi il telefono Sony Xperia XZ Premium, ma è proprio lo smartphone LG G6 il primo device su cui Netflix lancerà i propri contenuti HDR.

La compatibilità con i dispositivi Android è stata resa disponibile grazie alla versione 5.0 dell'app Netflix per Android, che era stata annunciata il giorno 8 maggio tramite la pagina ufficiale di Netflix, in cui si legge che "lo streaming di Netflix in HDR e Dolby Vision sarà presto disponibile e richiederà la versione 5.0 dell'app Netflix per Android".

La società ha dichiarato che l'app Netflix aggiornata non è ancora stata distribuita, ma che Netflix è attualmente disponibile in HDR e Dolby Vision sullo smartphone Android LG G6 e che per funzionare correttamente, i dispositivi devono utilizzare il firmware più recente per la riproduzione in HD." 

Netflix ha anche annunciato un piano per introdurre alcune modifiche alle tecniche di codifica utilizzate, che consentiranno al servizio di streaming di far risparmiare dati ai dispositivi degli utenti senza diminuire la qualità dei video; infatti, una volta attivate le nuove tecniche di codifica, gli utenti potranno guardare fino a 30 ore di contenuti su Netflix consumando solo 2GB di dati .

Reed Hasting ha anche detto che "Netflix presto attiverà nuove codifiche video per i dispositivi mobili, fornendo ad una persona che ha una connessione internet estremamente lenta di guardare qualcosa tramite la rete cellulare, cosa che una volta era considerata impossibile".

Come anticipato sopra, al Mobile World Congress del 2017 anche Sony ha presentato uno smartphone compatibile con lo standard HDR10, che ha battezzato Xperia XZ Premium, mentre  Samsung ha lanciato il tablet Galaxy Tab S3, che dispone anch'esso di display compatibile con l'HDR. A fine marzo, inoltre, la società sudcoreana ha rilasciato anche i suoi top di gamma, Samsung Galaxy S8 e Samsung Galaxy S8 Plus ed altri dispositivi di diverse aziende produttrici dovrebbero aggiungersi entro la fine di quest'anno 2017.

Fino ad ora è stato possibile guardare contenuti in HDR solo sui televisori di casa, attraverso servizi come Netflix e Amazon Video, ma con il debutto dei primi dispositivi mobili compatibili con questa nuova tecnologia, sarà possibile guardare video con una maggiore gamma di colori anche sugli smartphone compatibili.



Precedente Asus X00ID, un nuovo smartphone con dual camera viene rivelato da GFXbench
Successivo Huawei Nova 2, presentazione ufficiale il 26 maggio

Principali Marche