Cellulari.it

Samsung è leader delle vendite di smartphone nonostante il disastro dei Note7

Samsung è leader delle vendite di smartphone nonostante il disastro dei Note7

Secondo i dati della società di analisi IDC, nel terzo trimestre del 2016 le aziende produttrici di smartphone hanno venduto 362,9 milioni di telefoni in tutto il mondo; di questi il 20 % sono marchiati Samsung.

Samsung, Apple, LG e HTC hanno annunciato i propri ricavi relativi al terzo trimestre 2016 e adesso la società di analisi International Data Corporation (IDC) ha pubblicato un rapporto sul mercato degli smartphone a livello mondiale.

Secondo i dati della società di ricerca, i produttori di smartphone nel terzo trimestre 2016 hanno venduto 362,9 milioni di telefoni in tutto il mondo, di cui il 20 % sono di Samsung.

Samsung infatti, ha spedito 72,5 milioni di smartphone nel periodo che va da luglio a settembre 2016; le vendite sono diminuite del 3,3 % rispetto allo stesso periodo del 2015, in cui la società sudcoreana ha spedito 83,8 milioni di pezzi rappresentando il 23,3 % del mercato.

Dall'ultimo rapporto di IDC sembra perciò che la società sudcoreana rimanga la prima azienda prodittrice di smartphone al mondo, nonostante il ritiro del Galaxy Note 7 dal mercato e la sua posizione dominante sul mercato resta incontrastata nonostante il richiamo del Galaxy Note 7, sebbene "l'impatto a lungo termine sul marchio Samsung resta da vedere". Infatti secondo il parere della società di analisi i due richiami del dispositivo Galaxy Note 7 hanno messo in crisi la serie Galaxy Note e Samsung dovrà investire tempo e denaro in dispositivi da poter testare a fondo prima di immetterli sul mercato, per evitare che in futuro si ripeta un episodio di questa proporzione.

Anthony Scarsella di IDC ha affermato che "il richiamo del Note 7 rappresenta un campanello d'allarme a livello di settore che senza dubbio porterà a un test e processi di certificazione più vigorosi andando avanti".

Secondo il rapporto di IDC non c'è stato nessun cambiamento nei primi cinque posti in classifica rispetto al secondo trimestre del 2016, sebbene ci sia stato un aumento a doppia e tripla cifra nelle vendite delle principali aziende produttrici cinesi, come Huawei, OPPO, e Vivo.

Samsung e Apple, infatti, continuano svettare in cima della classifica, mentre le società produttrici cinesi hanno lanciato sul mercato "dispositivi che offrono ai consumatori caratteristiche top ad una frazione del costo rispetto ai leader di mercato".

Il rapporto di IDC infatti, parla di smartphone come OPPO R9 e Vivo X7 come dei "seri concorrenti in Cina" dei dispositivi di Samsung e Apple.

Nel trimestre menzionato gli affari di Samsung hanno continuato ad andare bene grazie al successo ottenuto con i Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge ed anche la serie più econimica Galaxy J è stata venduta bene, sia nei mercati occidentali che nel resto del mondo.

Secondo la società di ricerca IDC Samsung dovrà "mettere la serie Note a riposo" e focalizzare la sua energia sui Galaxy S7/S7 edge.

 



Precedente Xiaomi ha presentato i nuovi telefoni Redmi 4, Redmi 4 Prime e Redmi 4A
Successivo Meizu M5, tramite il certificato TENAA trapelate le caratteristiche