Cellulari.it

Samsung ha brevettato un dispositivo 3in1 che offre un display OLED estensibile

Samsung ha brevettato un dispositivo 3in1 che offre un display OLED estensibile

Samsung sta brevettando un dispositivo 3 in 1 che dispone di un display OLED estensibile che si trasforma da smartwatch a smartphone fino a diventare tablet.

Samsung ha presentato una domanda di brevetto che  si intitola intitola 'Device using stretchable display and controlling method of the same' e che è stata pubblicata in Corea del Sud. Il brevetto riguarda un dispositivo 3 in 1 che ha la capacità di trasformarsi da smartwatch a smartphone, fino a diventare, se occorre, un tablet. La tecnologia che permette a questo dispositivo una tale versatilità  è un display OLED estensibile, capace di adattarsi a diversi utilizzi.


La domanda di brevetto è stata depositata da circa un anno e mezzo presso il Korean Intellectual Property Office, l'ufficio che si occupa delle proprietà intellettuali in Corea e fa riferimento alla tecnologia OLED e ad un display flessibile che può essere piegato e può anche allungarsi in diverse forme e fattori di forma, risultando estremamente versatile ed offrendo la possibilità all'utente di trasformare il dispositivo in cui è integrato.

In passato Samsung aveva già depositato brevetti di schermi estensibili, ma questo è il primo brevetto che descrive applicazioni concrete e realizzabili di tale tecnologia; anche Lenovo  poche settimane fa ha rivelato un telefono che è in grado di essere piegato ed indossato al polso come uno smartwatch ed un tablet che puo' essere piegato a metà per essere utilizzato come uno smartphone; infatti, le aziende produttrici di dispositivi digitali stanno cercando di realizzare e lanciare sul mercato sia smartphone che wearable pieghevoli e, nel caso di Samsung, pare che il display descritto nella domanda di brevetto sia anche estensibile. 

Sembra inoltre che i primi smartphone pieghevoli potrebbero arrivare già entro la fine del 2017 e che il primo  produttore ad introdurre un dispositivo di questo genere dovrebbe essere proprio la società sudcoreana; circolano infatti parecchie indiscrezioni sul progetto conosciuto in rete come Project Valley  e circa il nome del primo smartphone pieghevole di Samsung che potrebbe essere Galaxy X e, sempre a Samsung, sono stati concessi diversi brevetti  che riguardano la tecnologia pieghevole. 

Anche LG Display sta sviluppando i suoi display flessibili e sta sperimentando un display trasparente, ossia un pannello che dovrebbe permettere all'utente l'esperienza di realtà aumentata, ma senza bisogno di indossare dispositivi speciali come i Google Glass e nel frattempo nel 2017 arriveranno i suoi primi schermi pieghevoli per computer portatili e quelli arrotolabili per tablet e televisori.

 



Precedente OnePlus rivela di aver sviluppato uno smartwatch mai lanciato sul mercato
Successivo Moto Z Play è il prossimo nuovo smartphone modulare di Lenovo