Cellulari.it

Sony Xperia E5, nuovo smartphone intermedio di Sony

Sony Xperia E5, nuovo smartphone intermedio di Sony

Sony annuncia il nuovo Sony Xperia E5, uno smartphone di fascia intermedia che arriva in soccorso agli utenti che hanno un budget ristretto ma garantendo comunque buone performance nel complesso e un design insolito per questa categoria

Sony annuncia il nuovo Sony Xperia E5, uno smartphone di fascia intermedia che arriva in soccorso agli utenti che hanno un budget ristretto ma garantendo comunque buone performance nel complesso e un design insolito per questa categoria. Troviamo infatti una scocca ben rifinita con spessore di 8,2 millimetri e 147 grammi di peso.

Troviamo un ampio display IPS da 5 pollici con una risoluzione di 720x1280 pixel pari a 294 ppi. Il display è molto sacrificato rispetto alla media dei modelli Sony ma si fa perdonare sul fronte fotocamere oltre che sul design.

Troviamo due fotocamere da 13 e 5 megapixel con funzione Auto Scene Recognition, in grado di adattarsi in base allo scenerio e modificare cosi le impostazioni in maniera automatica. Una volta scattata, basta uno swipe per condividere la foto oppure per modificare modalità e impostazione della foto in maniera molto rapida.

La fotocamera posteriore registra vide a 1080p ed è dotata di touch focus e led flash.


Il processore inserito su Xperia E5 è un processore Mediatek MT6735, un Quad Core da 1.3 Ghz e 1.5 Gb di memoria ram con 16 GB di memoria interna e supporto microsd per un totale di 200 GB complessivi di memoria. Per quanto possa sembrare poco, la funzione Smart Cleaner azzera i processi automatici non necessari o inutilizzati, mantenendo quindi performance sempre elevate. 
Questo consente di avere sempre il processore occupato ai minimi termini e quindi potendo ottenere reattività migliore e ovviamente una ottimizzazione dei consumi energetici.

La connettività di Xperia E5 consente l'utilizzo di rete LTE e Hsdpa oltre a supportare la funzione NFC. Inclusi ovviamente Wifi 802.11 a/b/g/n e Bluetooth 4.1. 

La batteria da 2700 mah dovrebbe garantire un'autonomia piuttosto ampia. Sony in questo aspetto dichiara 2 giorni di autonomia secondo un profilo di utilizzo medio (che è paragonabile ad una autonomia di 10-12 ore).

Due le varianti cromatiche disponibili da Giugno 2016: Graphite Black e White. Per gli utenti meno esperti è disponibile la funzione Xperia Tips, una sorta di procedura di autoconfigurazione che permette di configurare lo smartphone in pochissimo tempo oltre ad offrire un valido supporto di help desk per trasferimento dei dati dal precedente modello.


Precedente MediaTek Pump Express 3.0: la Quick Charge che in 20 minuti ricarica il cellulare
Successivo Qualcomm annuncia Snapdragon Wear, il nuovo processore per dispositivi indossabili