Cellulari.it

Samsung Galaxy Note 6 sarà il nuovo dispositivo con Snapdragon 823 e certificazione IP68

Samsung Galaxy Note 6 sarà il nuovo dispositivo con Snapdragon 823 e certificazione IP68

Mancano 6 mesi alla presentazione del nuovo Note 6 di Samsung e già girano sul web interessanti notizie sulle sue caratteristiche. Pare infatti che il dispositivo sia simile ad un Galaxy S7 ma con più memoria RAM ed una nuova S-Pen.

Circolano voci sul web che parlano di un lancio anticipato da parte di Samsung del suo nuovo Note 6, probabilmente durante il mese di Luglio, rispetto al solito periodo previsto di settembre; infatti negli anni precedenti la società sudcoreana ha sempre rilasciato i suoi nuovi Galaxy Note durante la fiera IFA di Berlino che si tiene nel mese di settembre di ogni anno.  

Le indiscrezioni riferiscono che la novità per questo nuovo dispositivo di Samsung dovrebbe essere Android N, ossia il prossimo major update del sistema operativo mobile di Google, che non è stato ancora ufficialmente annunciato, sebbene da qualche settimana sia disponibile un'anteprima per sviluppatori.
 Google ha dichiarato che gli OEM avranno accesso ad Android N già durante quest'estate 2016, perciò sembra poco fattibile che Samsung abbia il tempo per realizzare il Galaxy Note 6 con Android N out-of-the-box. 


In data 8 aprile 2016 il sito Sammobile  ha confermato che il corpo di Galaxy Note 6 sarà certificato IP68, proprio come il Galaxy S7, per resistere all'acqua in immersione e che verrà introdotto uno scanner dell'iride.

Ecco le caratteristiche tecniche del nuovo Galaxy Note 6:

Galaxy Note 6 avrà un display AMOLED da 5.8 pollici Slim RGB con risoluzione QHD (1440 x 2560 pixel) con 1024 punti di pressione. La matrice dei colori chiamata 'Slim' fa intuire che con il nuovo Note 6 Samsung potrebbe lanciare una nuova tecnologia di display  . 

Il nuovo prodotto Samsung dovrebbe arrivare in due varianti differenti in base alla SoC, una con chip Snapdragon di Qualcomm e una con chip Exynos di Samsung e con 64 GB o 128 GB di memoria interna, data la possibile mancanza di uno slot microSD.

E' ancora presto per confermarlo, ma secondo alcune indiscrezioni provenienti dalla Cina, il Samsung Galaxy Note 6 dovrebbe essere alimentato dal chipset Snapdragon 823 di Qualcomm, in una versione migliorata del chip 820 che oggi alimenta dispositivi top di gamma come ad esempio HTC 10, LG G5 e Samsung Galaxy S7; inoltre il nuovo Note 6 dovrebbe offrire ben 6 GB di RAM. 

Per quanto riguarda la fotocamera, Galaxy Note 6 potrebbe offire un nuovo sensore da 12 MP con sistema Super OIS Plus, che è il medesimo previsto per Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge e che dovrebbe migliorare in maniera importante la stabilizzazione dell'immagine a 5 assi.

Galaxy Note 6 avrà una S Pen che, secondo la descrizione presente sul recente brevetto depositato da Samsung, potrebbe essere utilizzata anche come cavalletto per lo smartphone.

Il sito  Zauba, che pubblica documenti di importazione di dispositivi da testare, parla di un modulo per dispositivi mobili chiamato IRIS CAM, il quale sarebbe stato spedito dalla Corea del Sud verso l'India il 6 aprile 2016 per effettuare dei test. Questo fa pensare che la società sudcoreana stia testando, nel suo reparto di ricerca e sviluppo con sede in India, un suo modulo di scanner dell'iride che potrebbe comparire proprio nel prossimo Galaxy Note 6.

Sebbene si tratti solo di voci di corridoio, queste caratteristiche tecniche potrebbero essere abbastanza attendibili  poiché molti componenti hardware dovrebbero essere gli stessi che verranno introdotti nello smartphone Galaxy S7. 
Infine (ma con Samsung questa parola non si può usare) pare che l'azienda abbia da poco annunciato l'inizio della produzione di massa di chip RAM 12Gb LPDDR4, utilizzando un procedimento a 20 nm, quindi non ci stupirebbe l'arrivo di un dispositivo con 8GB di RAM.

 


Precedente Telegram introduce Bots 2.0, per sviluppatori creativi e bot più funzionali
Successivo E' in vendita Amazon Kindle Oasis, ecco le caratteristiche tecniche