Cellulari.it

Google Duo, la nuova applicazione Google per videochiamate criptate

Google Duo, la nuova applicazione Google per videochiamate criptate

Google annuncia la nuova applicazione Google Duo, una applicazione nata per un singolo scopo: permettere agli utenti di effettuare videochiamate in alta risoluzione anche in caso di scarso segnale.

Google annuncia la nuova applicazione Google Duo, una applicazione nata per un singolo scopo: permettere agli utenti di effettuare videochiamate in alta risoluzione anche in caso di scarso segnale. Google Duo arriva insieme a Google Allo, messaggistica completa di Google.
 
Google Duo come anticipato permette di effettuare videochiamate in HD attraverso un protocollo criptato che garantirà la sicurezza della videochiamata.

Due le novità che rendono Duo un'applicazione interessante: la funzione knock knock e il sistema di compressione video HD.
 
La funzione Knock Knock permette di vedere in anteprima chi ci sta chiamando prima di accettare la videochiamata. Una sorta di anteprima della persona che sta per mettersi in contatto con noi, permettendoci cosi di vedere chi è prima di accettare la videochiamata.
 
Il sistema di compressione dati, quanto meno ufficialmente, dovrebbe garantire videochiamate perfetto in qualità HD a 720p anche in caso di segnale scarso o velocità di rete lenta.
 
Per attivare Google Duo basta scaricarla e identificarsi con il proprio numero di cellulare, proprio come per Whatsapp. Non sarà quindi necessario disporre di un account Google o effettuare altro tipo di iscrizione.

Google ha dichiarato di aver investito molto tempo e denaro per ottimizzare i parametri tecnici soprattutto per quanto riguarda velocità e latenza di risposta. L'ottimizzazione dovrebbe essere talmente spinta da garantire ottima qualità anche in presenza di reti mediocri. Dovrebbe essere inoltre garantita la fluidità di chiamata anche passando da rete Wifi a rete Mobile.
 
Google Duo sarà disponibile per iOs e ovviamente per Android indicativamente tra Giugno e Luglio.

Pochi giorni fa, Google ha annunciato anche Google Spaces.
 
 


Precedente Nel 2015 le vendite di musica in streaming superano il download digitale
Successivo Google sfida Periscope e Facebook Live lanciando YouTube Connect