Cellulari.it

Lo smartwatch Samsung Gear S2 arriva entro la fine del mese di marzo con supporto per iPhone

Lo smartwatch Samsung Gear S2 arriva entro la fine del mese di marzo con supporto per iPhone

Sebbene non sia stata fornita una data precisa, Sammobile, ha riferito che tale supporto potrebbe essere disponibile entro la fine di marzo; perciò chi possiede un iPhone potrà utilizzare uno smartwatch di Samsung abbinato al proprio s

Il 5 gennaio, al CES 2016 che si è tenuto a Las Vegas, Samsung ha annunciato durante la sua conferenza stampa che il suo ultimo smartwatch Gear S2 sarà compatibile con la piattaforma iOS di Apple. L'orologio Gear S2 di Samsung, infatti, non eseguendo la piattaforma Android Wear, non poteva essere già dal suo lancio compatibile con iPhone.

Sebbene non sia stata fornita una data precisa, Sammobile, ha riferito che tale supporto potrebbe essere disponibile entro la fine di marzo; perciò chi possiede un iPhone molto probabilmente già durante le vanze di Pasqua potrebbe acquistare ed utilizzare uno smartwatch di Samsung in coppia con il proprio smartphone di Apple.

Quando Samsung ha presentato il suo nuovo smartwatch Gear S2 allo showcase dell’IFA a Berlino, il pubblico era stato colpito in modo molto positivo dal suo design e dalle sue funzioni. Il Gear S2 infatti funziona con tutti i dispositivi Android, compresi quelli di altri marchi e presto il Gear S2 sarà compatibile anche con la piattaforma di iOS. Il supporto dovrebbe arrivare entro fine mese insieme ad un aggiornamento per Gear S2.

Come sopracitato, oltre che essere pienamente compatibile con gli ultimi smartphone Samsung Galaxy, lo smartwatch Gear S2 può funzionare con i device Android 4.4 e superiore, o con almeno 1.5GB di RAM.

L'app Android Wear per iOS, invece, è compatibile con iOS 8.2 e versioni successive e funziona con iPhone 5, iPhone 5C, iPhone 5S, iPhone 6, iPhone 6 Plus.

L’estensione ai dispositivi Apple con sistema operativo iOS della compatibilità degli smartwatch Gear S2 con sistema operativo Android Wear è dovuto all’intenzione dell’azienda sudcoreana di incrementare la vendibilità dei suoi dispositivi indossabili e di rendere accessibile il Gear anche a chi non ha uno smartphone Android. 

Gear S2 è basato sul sistema operativo Tizen OS, a cui Samsung sta lavorando Samsung e che offrirà molte meno applicazioni rispetto ad Android Wear.

Il dispositivo indossabile di Samsung è stato prodotto in due diverse varianti: Gear S2 e Gear S2 Classic e Gear S2 3G.

La variante sportiva di Samsung Gear S2 è disponibile con cassa in grigio scuro e fascia nera in silicone, oppure con cassa d'argento e fascia bianca in silicone. Il modello Classic invece, disporrà di una cassa nera e fascia di cuoio. La versione dotata di modulo 3G dello smartwatch Tizen invece verrà lanciata solo negli Stati Uniti e nel sud della Corea.

Caratteristiche tecniche 

Samsung Gear S2 e Samsung Gear S2 Classic sono azionati entrambi da un processore dual-core da 1GHz, 512 MB di RAM e 4GB di memoria interna. Il display è una unità Super AMOLED completamente circolare da 1.2 pollici con una risoluzione di 360 x 360 pixel e 302ppi. Samsung Gear S2 è leggermente più grande e pesa più del classic: il primo misura 42,3 x 49,8 x 11,4 millimetri e pesa 47 grammi, mentre il secondo misura di 39,9 x 43,6 x 11,4 millimetri e pesa 42 grammi. Samsung Gear S2 ha un design più tecnico e moderno, mentre il Gear S2 classic è stato realizzato per chi preferisce lo stile classico, infatti sembra un vero e proprio orologio.

Samsung Gear S2 3G invece è dotato di connettività cellulare, attraverso una e-SIM. Dispone di un microfono per poter effettuare chiamate vocali e collegarsi ad Internet per ricevere le notifiche e qualsiasi aggiornamento. Ha una batteria di 300 mAh, la cui durata dovrebbe arrivare, secondo Samsung fino a 2 giorni con una singola carica.

Tutti e tre i modelli offrono supporto per Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1 e NFC. Solo Gear S2 3G supporta la connettività di rete 3G con e-SIM.

 

 

 



Precedente One for All lancia Bluetooth Music Receiver per inviare musica all'impianto stereo
Successivo Apple presenta Liam, un robot che smonta i vecchi iPhone per tutelare l'ambiente