Cellulari.it

Android N, introdotta la funzione per le Info di Emergenza

Android N, introdotta la funzione per le Info di Emergenza

Annunciato lo sviluppo dell??anteprima di Android N prima del tempo, Google spera di ottenere dagli sviluppatori qualche altra idea da aggiungere al sistema operativo ed infatti ecco un'altra nuova funzione che richiede i dati medici per i socco

Google ha annunciato lo sviluppo dell’anteprima della prossima versione del sistema operativo mobile prima del tempo; infatti normalmente la presentazione del nuovo Android sarebbe avvenuta durante la conferenza degli sviluppatori I/O  (che quest'anno si terrà a fine maggio).

Ma il noto motore di ricerca spera di ottenere dagli sviluppatori qualche altra idea e magari anche di poter presentare all’evento la versione finale del sistema operativo. Ed infatti gli sviluppatori, che trascorrono il loro tempo a testare la Developers Preview di Android N, stanno introducendo altre nuove caratteristiche che probabilmente debutteranno nella prossima versione del sistema operativo del gigante di Mountainview.

Quindi, oltre al progetto in fase di sviluppo ‘Svelte’, (per ridurre la quantità di memoria richiesta dalle funzioni base di Android, in modo da poter eseguire Android N anche sui dispositivi di fascia bassa) ed alle funzioni già elencate nel nostro precedente articolo come:

  • Multi-window, in grado di dividere il display del dispositivo in diverse porzioni 
  • Picture-in-picture, per visualizzare un video in una finestra in primo piano in un angolo dello schermo mentre allo stesso tempo si sta navigando sul web tramite il browser
  • Risposta a una notifica, per rispondere ai messaggi di testo direttamente dalla barra delle notifiche
  • Gruppi di notifiche, che visualizza solo una delle diverse notifiche della stessa app
  • Personalizzazione delle dimensioni degli elementi dell’Interfaccia Utente, che permette di modificare la grandezza degli elementi dell'interfaccia utente (UI) e di gestire i dispositivi di protezione individuale (DPI))
  • Batteria più efficiente, grazie a Doze, una funzione che limita il funzionamento in background delle app quando il telefono non viene usato per un po’,

ci sarà anche una nuova schermata in cui l'utente potrà raccogliere le proprie 'informazioni di emergenza', il cui scopo è di fornire le informazioni utili riguardanti  il possessore dello smartphone  nel caso dovesse trovarsi in condizioni di emergenza.

Questa nuova funzione richiede infatti l’inserimento di dati personali: il nome, l'indirizzo di residenza, la data di nascita, informazioni mediche tipo il gruppo sanguigno, o allergie note all’utente, i farmaci che si assumono regolarmente, in modo che in situazioni di emergenza in cui l’utente dovesse essere privo di sensi, i soccorritori possano venire a conoscenza del suo gruppo sanguigno, la data di nascita e di possibili allergie. Con queste informazioni disponibili l'intervento dei medici potrebbe essere molto più efficace ed immediato.

Una volta attivata, la schermata è visibile dalla schermata di sblocco, nonostante sia attivo il blocco di sicurezza, anche perché altrimenti tale funzione sarebbe inutile se non fosse accessibile ai soccorritori, ma sicuramente i difensori della privacy non saranno molto contenti.

Questa sezione si troverà nella Developer Preview di Android N, alla voce ‘Impostazioni >Utente’.

Sembra che per il momento il menu includa solo questa sezione, ma non è escluso che potrebbero venire introdotte anche altre funzioni.



Precedente Microsoft non accetta più il pagamento con Bitcoin
Successivo Wind: Huawei P9 e P9 Plus a 5 euro al mese con Wind Magnum