Cellulari.it

Il Galaxy S7 svelato da un presunto dipendente Samsung

Il Galaxy S7 svelato da un presunto dipendente Samsung

Il Galaxy S7 avrebbe uno chassis 'premium' per dare all??utente una sensazione di qualità, una fotocamera da 12 megapixel capace di scattare delle bellissime foto anche in condizioni di scarsa illuminazione e molto altro ancora.

Il sito cinese Naver avrebbe citato un presunto anonimo impiegato di Samsung, secondo cui il Samsung Galaxy S7 sarebbe caratterizzato da uno chassis  'premium' per offrire all’utente una sensazione di qualità e che la fotocamera da 12 megapixel con apertura f/1.2 sarebbe capace di scattare delle belle foto anche in condizioni di scarsa illuminazione. Samsung avrebbe deciso di ridurre la quantità di megapixel della fotocamera a favore di un sensore più grande e di un migliore obiettivo.

Per quanto concerne le voci circa il reparto foto e video, si ipotizza anche che il Samsung Galaxy S7 potrebbe avere una doppia fotocamera posteriore.

Il Galaxy S7 dovrebbe presentare una maggiore resistenza sia alla polvere che all'acqua, e non dovrebbe disporre di uno slot per schede microSD.

Un nuovo rapporto dalla Cina svela che il Galaxy S7 disporrebbe di un corpo in lega di magnesio combinato alla parte posteriore del vetro, che rende il dispositivo più robusto ed offre al possessore dello smartphone la sensazione di avere in mano un telefono di alta qualità, un’esperienza che solo i possessori di un iPhone provano.

Lo smartphone dovrebbe essere disponibile nelle versioni di colore nero, bianco, argento e oro e la disponibilità sul mercato sarebbe prevista per il mese di marzo. 

Secondo il sito Zauba, che tiene traccia dei dispositivi importati ed esportati in India, il Galaxy S7 potrebbe essere dotato di un display da 5.1 pollici, mentre il modello Galaxy S7 Edge avrebbe un display da 5,5 pollici.

Sembra inoltre che il Samsung Galaxy S7 disporrà di un reparto audio di qualità superiore rispetto ai precedenti smartphone Galaxy di Smasung, grazie al chip SABRE 9018AQ2M di ESS Technology, che offre un rapporto di 129 dB segnale/rumore e supporto per formati come DSD e PCM a 32 bit e 384 KHz, consentendo agli utenti di ottenere un’esperienza di ascolto della musica digitale come quando si ascolta in analogico.

Un brevetto pubblicato in Corea del Sud rivela invece che Samsung starebbe sviluppando per il nuovo Galaxy una copertura S View con una S Pen integrata, che permetterebbe di trasformare qualsiasi dispositivo Galaxy in un Galaxy Note.

Sembra che il top di gamma di Samsung potrebbe disporre di un chipset Exynos 8890, mentre sarebbe prevista una variante con il nuovo chip Qualcomm Snapdragon 820. In entrambi i modelli, inoltre dovrebbe tornare uno slot per scheda microSD per l’espansione della memoria.

IL Korean Intellectual Property Office ha concesso e pubblicato un nuovo brevetto all’azienda coreana che riguarderebbe una funzione simile al 3D Touch; il brevetto si chiama "Touch Input Apparatus and Electronic Device Having Thereof" ed è stato presentato da Samsung nel mese di aprile 2014.

Nel frattempo, secondo la testata Ice Universe, pare che un’azienda che sviluppa soluzioni di interfacciamento umano per aziende di elettronica, Synaptics, abbia stretto una partnership con Samsung per la sua prossima tecnologia ClearForce per touchscreen sensibili alla pressione, una tecnologia in grado di rendere il display sensibile alla differenza della quantità di forza esercitata su di esso.

Questa nuova funzione potrebbe permettere al Galaxy S7 di svolgere varie funzioni, tra cui quella di aprire un menu esercitando una certa quantità di pressione, oppure attivare una precisa funzione esercitando un altro tipo di pressione.

Fonti di Sammobile ritengono altamente probabile che il Galazy S7 potrebbe essere disponibile con una porta USB di tipo C al posto di una porta microUSB standard. Lo standard USB di tipo C, altrimenti noto come ITPA, è una specifica che serve ad indentificare un connettore con plug reversibile per dispositivi USB e cavi USB. Il cavo viene infatti realizzato seguendo lo standard USB 3.1, utilizzabile nei normali cavi USB e microUSB, ma si distingue da questi proprio per la presenza di un connettore con plug reversibile.

La porta USB di tipo C promette una velocità di connessione ancora più rapida e una ricarica della batteria più veloce grazie alla possibilità di trasferire maggiore potenza. Questa decisione è abbastanza prevedibile, vista la direzione che sta prendendo il mercato degli smartphone top di gamma.

Siccome la ricarica wireless veloce è una tecnologia che Samsung ha già adottato negli smartphone Galaxy S6 Edge e Galaxy Note 5, si presume che anche il nuovo smartphone Galaxy S7 potrebbe disporre del medesimo supporto. 

Samsung Galaxy S7/S7 Edge anteprima e confronto Galaxy S6



Precedente TIM prima al mondo a sperimentare la tecnologia Full Duplex Relay
Successivo Samsung segue Apple ed apre un centro per la realtà aumentata a New York