Cellulari.it

Samsung Exynos 8 Octa 8890: Processore del futuro Galaxy S7 e confronto con Snapdragon 820

Samsung Exynos 8 Octa 8890: Processore del futuro Galaxy S7 e confronto con Snapdragon 820

Samsung Exynos 8 Octa 8890: Processore del futuro Galaxy S7 e confronto con Snapdragon 820. Da qualche anno, Samsung ha iniziato a preferire i propri processori rispetto a quelli prodotti da Qualcomm.

Da qualche anno, Samsung ha iniziato a preferire i propri processori rispetto a quelli prodotti da Qualcomm.

Il prossimo Galaxy S7 dovrebbe utilizzare il nuovo processore Samsung Exynos 8, processore Octacore a 64 bit con GPU Mali T880, ISP (Image Signal Processor) e modem LTE di categoria 12 realizzato con la tecnica dei 14 nm al pari del nuovo Snapdragon 820.

Samsung Exynos 8 utilizza lo stesso model LTE di Qualcomm, che consente di navigare su rete 4G per 600 mega in download e 150 mega in upload, grazie al doppio canale e l'utilizzo della frequenza da 5 Ghz cosidetta Unlicensed. Questa caratterista, come abbiamo visto su Snapdragon 820, prende il nome di LTE-u (LTE su rete Unlicensed).

L'architettura del processore è costituita da quattro core Exynos M1 e quattro core ARM Cortex-A53, con una configurazione che consente l'utilizzo asincrono dei diversi core in modo da attivare più o meno potenza a secenda delle necessità.

Questa scalabilità garantirà un risparmio energetico pari al 30% rispetto al processore Samsung Exynos 7 utilizzato su Galaxy S6.

Come Snapdragon 820, anche il nuovo Exynos 8 aggiunge un sistema ISP per l'elaborazione delle immagini acquisite dalla fotocamera.

I device con questo processore potranno disporre di registrazione e riproduzione video a 4K in Ultra HD pari a 4096x2160 pixel oppure in FullHD a 3840x2400 pixel.

Paragonando Snapdragon 820 con Samsung Exynos 8 possiamo vedere che Samsung ha puntato molto sulla potenza di punta, sviluppando un processore ancora più potente rispetto a quello precedente e che a prima vista dovrebbe surclassare anche Snapdragon (ma dovremo attendere i primi benchmark per averne conferma9.

Qualcomm ha invece sviluppato molto di più la logica del coprocessore per il risparmio energetico e la gestione delle immagini mantenendo un core potente ma senza esagerare.


Precedente Android Wear: Chiamate senza smartphone direttamente da smartwatch
Successivo Enel: Banda larga sulla rete Elettrica