Cellulari.it

Google brevetta la memoria con TimeLine e Google Maps

Google brevetta la memoria con TimeLine e Google Maps

Presto, tutto quello che i nostri occhi guarderanno, sarà archiviato e memorizzato, permettendoci di rivedere un ricordo semplicemente accedendo alla nostra memoria digitale.

Presto, tutto quello che i nostri occhi guarderanno, sarà archiviato e memorizzato, permettendoci di rivedere un ricordo semplicemente accedendo alla nostra memoria digitale.

Sembra quasi fantascienza ma la tecnologia attuale consente già oggi di gestire tutto questo.

Il brevetto di Google lo ha reso semplicemente evidente, con la possibilità di registrare mediante dispositivi indossabili come per esempio Google Glass, filmati poi archiviati in Cloud, esattamente come oggi funzionano la maggior parte dei sistemi di videosorveglianza.

Sarà quindi possibile per l'utente, rivivere un particolare momento oppure recuperare una situazione nella quale la memoria fa cilecca.

Unendo le funzionalità Gps e quelle Cloud, sarebbe possibile realizzare una sorta di Timeline con i nostri spostamenti e, per ognuno di essi, recuperare un video che ci permetta di rivivere in qualche modo un determinato momento.

Sarà possibile per esempio interrogare il sistema e chiedere quale quadro o monumento ho visto in una determinata area segnata su Google Maps.

Oppure domande più pratiche come "Con chi ero a Cena ieri", "Chi era quella persona vista in ascensore" e cose del genere.

Dal brevetto alla pratica la strada sarà comunque lunga, visto che qui entra in gioco la violazione della privacy.

Secondo le attuali leggi vigenti, non sarebbe infatti possibile registrare mediante video le persone che non si trovano in particolari eventi pubblici senza preventiva autorizzazione.

Registrare e archiviare video riguardanti per esempio le persone in un ristorante, rischia di costare caro all'ignaro utente.

Questo, tra l'altro, è stato uno dei principali problemi rilevati su Google Glass, con tanti divieti annunciati negli Stati Uniti, a partire dal divieto di utilizzarlo al cinema, al ristorante, nelle riunioni di lavoro e per fine guidando.


Precedente Ecobricks: Come trasformare le bottiglie in pareti per costruire case e scuole
Successivo YouTube per iOS e Android migliora visualizzazione Video in Verticale