Cellulari.it

Google e Luxottica insieme per la seconda versione dei Glass

Google e Luxottica insieme per la seconda versione dei Glass

Il Wall Street Journal ha riportato in queste ore che lo stesso amministratore Luxottica, Massimo Vian sarebbe stato alla Goolge con l??intenzione di incontrare il nuovo team di sviluppo dei Glass.

Alla Google sono molto soddisfatti anche sui dati finanziari del primo trimestre 2015 resi noti online.

Anche la Luxottica ha archiviato il 2014 registrando un utile netto di 642,6 milioni di euro, in salita del 18% rispetto all’anno precedente, con un fatturato consolidato che si attesta a 7,65 miliardi. Dopo aver superato la tempesta ai vertici dell’azienda, Luxottica ha eletto il nuovo Cda e confermato Leonardo Del Vecchio alla presidenza per i prossimi tre anni.

Nel frattempo giunge  la notizia della conferma che Luxottica e Google collaboreranno per la seconda versione dei Glass e che a fine settembre pubblicheranno un piano industriale di 5 anni, con i loro obiettivi al riguardo.

E’ stato proprio Massimo Via, a capo della divisione Eyewear della Luxottica. a confermare la notizia, durante il General Meeting della società, svoltosi a Milano  venerdì scorso; durante il meeting Vian ha confermato che la versione 2 dei Glass è in fase di preparazione, ma senza precisare una data per il lancio sul mercato. La tecnologia “da indossare” si espande dagli smartwatch  agli smart glass; infatti a marzo scorso Eric Schmidt, ex Ceo di Google, aveva previsto il ritorno dei Google Glass.

Il Wall Street Journal  ha riportato in queste ore che lo stesso Massimo Vian sarebbe stato nelle scorse settimane alla Goolge con l’intenzione di incontrare il nuovo team di sviluppo dei Glass. Insomma, dopo il flop dei primi Glass  Luxottica e Google  non si sono dati per vinti e proseguono per la strada degli occhiali per la realtà aumentata, probabilmente facendo tesoro degli errori commessi ed anche grazie all’aiuto di una nuova tecnologia.

Secondo notizie USA dei mesi scorsi, la versione 2 dei Glass dovrebbe avere una batteria che dura più a lungo e dei miglioramenti evidenti nelle funzioni audio e video, mentre per quanto riguarda il design l’obiettivo è di rendere il prodotto più simile ad un vero e proprio occhiale tradizionale.

Massimo Vian, afferma: “Continuiamo orgogliosi la nostra partnership con Google ed insieme stiamo lavorando sulla versione numero 2 dei ‘Glass’ che è in uscita, quando loro riterranno di aver messo a punto” ogni specifica, spiega

Vian sostiene che in Google si sta addirittura parlando sulle caratteristiche della futura terza versione rafforzando il team di ricerca e trasformandolo in una ‘business unit’ autonoma, guidata da Tony Fadell,  uno dei creatori dell’iPod.

Inoltre Luxottica e Google focalizzano la loro attenzione sulle Olimpiadi di Rio;  l’amministratore delegato di Luxottica annuncia: “Pensiamo fortemente che ci saranno sempre più contenuti elettronici negli occhiali, che sono davanti agli occhi e vicini alle orecchie, quindi con ampie possibilità di realtà aumentata e in qualche caso di realtà virtuale. Presto ci sarà il frutto della collaborazione con Intel, un prodotto con cui si potrà vedere, ascoltare ed anche parlare: sarà il centro della nostra campagna di febbraio-marzo 2016, un occhiale sportivo presentato in vista delle olimpiadi di Rio de Janeiro“.

I manager di Luxottica, dopo aver riflettuto sul successo dell’Apple Watch, sostengono che i Glass del futuro avranno dei contenuti elettronici. Vian conclude dicendo: “Io e il co-amministratore Adil Mehboob-Khan siamo in contatto direttissimo con gli amministratori delegati di Google e Intel. Loro sono attrattissimi da noi, ci cercano disperatamente e vogliono lavorare con noi”. 


Precedente I Colossi americani Microsof, Google e Amazon rendono pubblici i dati finanziari. Anche Facebook cresce
Successivo Apple Watch, 3000 applicazioni disponibili subito