Cellulari.it

BES 12, la nuova soluzione EMM multipiattaforma di BlackBerry

BlackBerry ha annunciato lo scorso 13 novembre la disponibilità del BES 12, una soluzione EMM multipiattaforma in grado di gestire in sicurezza i dispositivi mobili.

BlackBerry ha annunciato lo scorso 13 novembre la disponibilità del BES 12, una soluzione EMM multipiattaforma in grado di gestire in sicurezza i dispositivi mobili.

BES 12 semplifica il lavoro fuori dall’ufficio, fornendo un unico centro di comando per il controllo di smartphone, app, attività e dati di importanza critica.

Secondo un recente studio globale, le organizzazioni altamente regolamentate non hanno fiducia riguardo la completa protezione dei dati. Il 76% ritiene che il rischio di legal liability e di costose cause andrà nei prossimi anni aumentando. Questo pericolo è il motivo per cui BES12 offre delle capacità EMM estese per la gestione BYOD, COPE e COBO.

BlackBerry BES12 supporta senza problemi iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry 10 e BlackBerry OS. La flessibilità e la scalabilità dell’architettura del nuovo BES 12 permetteranno ai clienti di passare agevolmente da ambienti on-premise a vari modelli di cloud, privati, pubblici e ibridi.

Tra le principali caratteristiche del BES12 spiccano:

EMM multipiattaforma comprensivo: fornisce una gestione completa e sicura di dispositivi, applicazioni e dati aziendali attraverso tutte le piattaforme e tutti i livelli di proprietà dei dispositivi e dei modelli di impiego;

sicurezza end-to-end: sfrutta un criptaggio avanzato, la containerizzazione, l’app wrapping e la sicura infrastruttura di rete globale BlackBerry. Mette a disposizione un livello di sicurezza end-to-end che mantiene i dati di un’organizzazione al sicuro e li protegge sia quando transitano che quando vengono conservati;

architettura scalabile: fino a 25 mila dispositivi per server e 150mila dispositivi per dominio. BES 12 è progettato per ridurre i costi di utilizzo e assicurare il massimo tempo di funzionamento;

user experience accelerata: permette agli amministratori di gestire in maniera olistica utenti, dispositivi, policies e profili in maniera nativa, da una console unica, facile da utilizzare. Un nuovo modello di gestione basato sugli attributi permette un controllo più flessibile di dispositivi, applicazioni e dati;

miglior costo totale di proprietà: nel 2014, Strategy Analytics ha rilevato che all'interno del management mobile aziendale multipiattaforma il BES 10 ha offerto il più alto livello di sicurezza con il minor costo di proprietà su 5 anni. Con il BES12 i risparmi del costo totale di proprietà dovrebbero risultare ancora maggiori;

progettazione per l’Internet of Things: BES 12 è la prima piattaforma BES che si estenderà oltre gli smarthphone e i tablet per supportare la gestione delle cose, tra cui strumentazioni per la diagnostica medica, macchinari industriali e automobili;

supporto globale: tutti gli abbonamenti BES 12 includono il servizio di supporto tecnico BlackBerry per aiutare a gestire la complessità e gli alti requisiti delle strategie EMM.

John Sims, president Global Enterprise Services di BlackBerry, ha commentato: “I consigli di amministrazione stanno chiedendo ai management team di ripensare le loro strategie di mobilità aziendale, dal momento che i timori per eventuali falle nella sicurezza aziendale stanno diventando sempre più pressanti, potendo concretizzarsi in significativi danni economici e reputazionali. La sicurezza di BlackBerry è la migliore nel settore e BES 12 è costruito sulla base della comprovata sicurezza BlackBerry e su quella crittografia complessa che i nostri clienti conoscono e di cui si fidano. BlackBerry è stata pioniere nella capacità di gestire in modo sicuro gli smartphone all’interno delle imprese. Ora, con il valore aggiunto di questi nuovi servizi, ci stiamo focalizzando nell’offrire soluzioni che vadano oltre l’EMM, per permettere ai nostri clienti di affrontare le reali sfide legate alla sicurezza e alla produttività, connesse con l’uso della tecnologia mobile all’interno delle loro imprese”.


Precedente Arriva Komu Color: un nuovo, colorato smartphone low cost
Successivo Wiko Jimmy, nuovo smartphone entry level a meno di 90 euro