Cellulari.it

iPhone 6 che si piega: un non problema, secondo Consumer Reports

L'iPhone 6 Plus che si piega facilmente? è un vero e proprio caso che sta montando sulla rete, ma forse non è così grave come si potrebbe pensare.


I nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus, come ormai già saprete, sono arrivati sul mercato italiano a partire dal 26 settembre, come previsto dall'agenda di Apple, dopo l'esordio ufficiale del 19 settembre nei primi paesi del pianeta. Le vendite iniziali dei due smartphone hanno già battuto i record dei predecessori e le previsioni appaiono ottimistiche per i prossimi mesi. 
 
Non tutto, però, sta andando liscio come l'olio: proprio in occasione del lancio ufficiale abbiamo dedicato un articolo al problema dell'iPhone 6 Plus che si piega facilmente, un vero e proprio caso che sta montando sulla rete, dopo la pubblicazione di alcuni videotest effettuati sul phablet della Mela morsicata. Il device, secondo le prime informazioni, sarebbe molto delicato a causa della struttura in alluminio utilizzata per la scocca, quindi ad una certa pressione potrebbe piegarsi. 
 
Insomma, il Bendgate, così è stato ribattezzato il caso, potrebbe influenzare negativamente l'andamento delle vendite del nuovo top di gamma. Nonostante, però, su Internet si parli di numerose segnalazioni di iPhone 6 Plus piegati, Apple ha fatto sapere che attualmente quelle effettive arrivate all'azienda sono solo nove. Un ridimensionamento non di poco conto rispetto alle notizie allarmistiche che circolano in rete da giorni. 
 
Altra conferma su quello che diverse fonti definiscono ormai un “non problema” arrivano dal noto sito americano Consumer Reports, che ha voluto mettere a confronto alcuni smartphone alla prova piegamento con una sorta di sistema a pressione (una macchina Instron) che aumenta di circa 4,5 kg ad ogni movimento: si tratta di un sistema molto simile a quello utilizzato dalla stessa Apple per i test ufficiali. 
 
In effetti l'iPhone 6 Plus è stato il meno resistente rispetto al Galaxy Note 3 (che ha vinto la sfida) e all'LG G3, mentre ha ottenuto quasi un pareggio con l'HTC One M8, anch'esso costruito in alluminio. Questo significa che l'iPhone 6 Plus si piega facilmente? Non proprio: secondo quanto raccolto dal test di Consumer Reports, il melafonino riesce a reggere fino a circa 41 kg di pressione, contro i 68 kg del Samsung Galaxy Note 3. Addirittura l'iPhone 6 non supererebbe neppure i 32 kg di pressione
 
Consumer Reports, però, spiega anche che questo tipo di pressione è improbabile nell'utilizzo normale di uno smartphone: basti pensare che una pressione di circa 25 kg (quindi meno di quanto è servito per piegare gli iPhone) è pari alla forza necessaria per rompere tre matite contemporaneamente con le mani. Nella vita quotidiana, com'è facile intuire, è davvero molto difficile che vi ritroviate tra le mani un iPhone piegato solo perché avevate il telefono in tasca. Inoltre, la scomodità di avere un phablet in tasca renderà ancora meno probabile tale rischio. 
 


Precedente Pantech in bancarotta: scatta l??asta per l??acquisizione
Successivo Lumia 735 arriva in italia a 269 euro [COMUNICATO STAMPA]