Cellulari.it

Samsung Galaxy Note 5 e Samsung Galaxy Note 4, ecco cosa cambia

Samsung Galaxy Note 5 e Samsung Galaxy Note 4, ecco cosa cambia

Avete acquistato il precedente Galaxy Note 4 e ora volete sapere cosa cambia con il nuovo modello? Oppure volete comprare un Galaxy Note e non sapete quale scegliere?

Avete acquistato il precedente Galaxy Note 4 e ora volete sapere cosa cambia con il nuovo modello? Oppure volete comprare un Galaxy Note e non sapete quale scegliere?

Ecco il confronto completo tra i due device.

Misure e Display

Sul confronto dimensionale, il nuovo Galaxy Note 5 presenta la stessa identica altezza, 153 mm, ma riduce lo spessore della cornice, limando 2 mm e passando da 78 a 76 mm di larghezza. Lo spessore viene ridotto di qualcosetta, riducendo da 8.5 mm a 7.6 mm.

Galaxy Note 5 presenta lo stesso display del predecessore, un 5.7 pollici che beneficia però di una maggiore risoluzione e densità.

Fotocamere

La fotocamera posteriore rimane invariata in termini di ottica, mentre viene migliorata quella anteriore che passa da 3.7 a 5 Megapixel.

I sensori sono stati migliorati nelle funzionalità, quindi a parità di ottica, troviamo la possibilità di registrare in formato 4K a 2160p (contro UHD del precedente).

Hardware

Il processore raddoppia di potenza, passando da un QuadCore ad un Octacore mentre la memoria Ram cresce da 3 a 4 GB.

In termini di connettività, troviamo un set simile al precedente Galaxy Note 4, semplicemente il pacchetto è aggiornato con il nuoov LTE da 300 Mbps e Bluetooth 4.2.


Conclusioni

Tenendo in considerazione che le specifiche tecniche dei due device sono quasi identiche e cambia davvero poco, se non siete utenti iper esigenti, vi conviene prendere il modello Galaxy Note 4, che a fronte di prestazioni molto simili, viene offerto con un bel taglio di prezzo.

Il lancio commerciale del nuovo Note 5, atteso per Settembre, farà sicuramente deprezzare e non poco il Note 4.


Precedente Apple, primi tagli al personale di Beats Audio
Successivo Sony, fatturato e utile netto in crescita nel Q1 2014