Cellulari.it

Rufus Cuffs, su Indiegogo il primo smartphone da polso

Rufus Cuffs prova a superare i limiti mostrati fino ad ora dagli smartwatch proponendo un sistema operativo completo e un display da ben 3 pollici.

Nell’anno dei dispositivi indossabili non poteva naturalmente mancare lo smartphone da polso. A realizzarlo è il giovane produttore Rufus Labs.

Rufus Cuffs, questo il nome del terminale, prova a superare i limiti mostrati fino ad ora dagli smartwatch proponendo un sistema operativo completo e un display da ben 3 pollici. Secondo un portavoce di Rufus Labs, infatti, si tratta di un vero e proprio “comunicatore da polso”.

Rispetto al più noto Galaxy Gear, il device occupa quasi metà avambraccio. Un compromesso a cui forse non molti appassionati sono disposti a scendere, vista anche la poca eleganza dell’oggetto, che viene però ampiamente giustificato dal valore dei suoi singoli componenti hardware. Nello specifico: un processore Cortex A8, uno schermo TFT con risoluzione di 240x400 p, una fotocamera frontale, 16 GB di storage interno e una batteria da 1000 mAh.

Rufus Cuffs si basa sull’ultima versione 4.4 KitKat di Android. Il progetto è supportabile direttamente dalla piattaforma online Indiegogo.


Precedente HTC Desire 516, nuova proposta big size per la Cina
Successivo iPhone, nuovo record di spedizioni nel primo trimestre 2014