Cellulari.it

Wiko U feel FAB presentato ad IFA 2016

Wiko U feel FAB presentato ad IFA 2016

Wiko annuncia due nuovi modelli della serie U Feel con i modelli Wiko U feel FAB e Wiko U feel Prime che integrano la serie precedente costituita dai modelli Wiko U feel Lite e Wiko U feel presentati in passato.

Wiko annuncia due nuovi modelli della serie U Feel con i modelli Wiko U feel FAB e Wiko U feel Prime che integrano la serie precedente costituita dai modelli Wiko U feel Lite e Wiko U feel presentati in passato.

Wiko U feel FAB è uno smartphone dual sim Android con display da 5.50 e una risoluzione di 720 per 1280 pari a 267 pixel per pollice.

Troviamo una scocca in alluminio unibody e come per alcune serie precedenti, anche in questa ampio spazio ai colori con le varianti cromatiche Nero, Grigio, Lime e Rose Gold, una costante della francese Wiko.

Sulla scocca troviamo anche il lettore di impronte digitali anche se purtroppo manca il supporto NFC. Potrà quindi essere usato come perfiferica per autenticazione ma non per servizi contactless.

Le misure di Wiko U feel FAB sono generose per la scelta di ospitare una batteria molto grande da ben 4000 mah che garantisce circa 30 ore di autonomia in utilizzo.

Con una batteria cosi grande, comunque, lo spessore di 10.6 mm non risulta nemmeno troppo esagerato mentre incide sul peso, 201 grammi, con circa 50-60 grammi sopra la media. Un peso extra che comunque gli utenti saranno disposti a sobbarcarsi vista l'autonomia guadagnata.

Wiko U feel FAB è equipaggiato con un processore Quad-Core da 1.30 Ghz con GPU ARM Mali-T720 e 2 GB di memoria Ram, 16 GB di memoria interna e supporto microSD.

Dispone di 2 fotocamere: La fotocamera principale posta sul retro ha un sensore di 13 Megapixel con risoluzione fotografica di 4128 x 3096 pixel e registrazione video Full HD (1080p a 30fps) con supporto flash e zoom digitale 4X.

La fotcamera anterore dispone invece di un sensore da 5 megapixel.

Il supporto di rete prevede HSPA+ e 4G LTE oltre alla connettività Wifi e Bluetooth.


Precedente Google Motorola, Nuovi clamorosi dettagli
Successivo BlackBerry, proseguono i licenziamenti a Waterloo