Cellulari.it

Durata batteria: Samsung Galaxy S4 batte tutti

Come sappiamo bene, l'autonomia resta ancora uno dei principali punti deboli degli smartphone, anche se c'è da dire che con le ultime uscite la situazione è leggermente migliorata.


Come sappiamo bene, l'autonomia resta ancora uno dei principali punti deboli degli smartphone, anche se c'è da dire che con le ultime uscite la situazione è leggermente migliorata. Le case produttrici stanno cercando di rendere sempre più indipendenti i terminali, nonostante i consumi di schermi sempre più ampi, di fotocamere sempre più performanti, di una rete dati continuamente attiva e di altre features ormai consuete sui dispositivi più moderni. 
 
Il sito Internet Which Tech Daily ha pubblicato alcune classifiche relative alla durata della batteria dei dispositivi top di gamma a seconda delle modalità di utilizzo. Il risultato ottenuto è il seguente: 
 
Autonomia sulle chiamate
 
1. Samsung Galaxy S4 (1051 minuti);
2. Sony Xperia Z (985 minuti);
3. Google Nexus 4 (846 minuti);
4. HTC One (771 minuti);
5. BlackBerry Z10 (600 minuti);
6. Apple iPhone 5 16 GB (499 minuti);
7. Nokia Lumia 920 (444 minuti). 
 
Autonomia sull'uso di Internet
 
1. Samsung Galaxy S4 (405 minuti);
2. HTC One (339 minuti);
3. BlackBerry Z10 (335 minuti);
4. Sony Xperia Z (322 minuti);
5. Google Nexus 4 (308 minuti);
6. Apple iPhone 5 16 GB (261 minuti);
7. Nokia Lumia 920 (235 minuti). 
 
Tempo di ricarica
 
1. Apple iPhone 5 16 GB (141 minuti);
2. Nokia Lumia 920 (152 minuti);
3. Samsung Galaxy S4 (164 minuti);
4. BlackBerry Z10 (170 minuti);
5. Sony Xperia Z (171 minuti);
6. Google Nexus 4 (211 minuti);
7. HTC One (237 minuti). 
 
Il vincitore, quindi, è ilSamsung Galaxy S4, con ottimi risultati sia sulle telefonate che sulla navigazione e un tempo di ricarica più che accettabile. Al secondo posto abbiamo il Sony Xperia Z mentre il Nexus 4 si attesta in terza posizione. 


Precedente Tizen non è morto: Intel smentisce previsioni di Murtazin
Successivo Spotify per Windows Phone 8 esce dalla fase beta: diverse novità