Cellulari.it

Google Maps si integra con Calendario e Gmail: ecco come funziona

Google Maps si integra con Calendario e Gmail: ecco come funziona

Google Maps per Android rende più facile visualizzare gli eventi già programmati nel calendario di Google o da Gmail direttamente sulla mappa. Inoltre, ora è anche possibile visualizzare sulla mappa l'indirizzo dei propri co

Google ha reso disponibile un nuovo aggiornamento per l'applicazione Maps che consente agli utilizzatori di visulaizzare più facilmente gli eventi già programmati nel calendario di Google, o da Gmail direttamente sulla mappa; inoltre è possibile visualizzare sulla mappa anche l'indirizzo dei contatti.

La nuova applicazione Maps per Android presenta l'integrazione di Google Calendar
, L'app per Android Maps offre Google Calendar, ossia una funzione che premette di visualizzare sulla mappa dell'applicazione l'esatta collocazione in cui si terranno gli appuntamenti futuri già fissati in calendario.  Per poter attivare tale funzione occorre fare un tap sulla freccia che indica il lugo dell'evento, oppure accedere alla nuova sezione in cui vengono sincronizzati gli eventi di Calendar e fare tap sull'evento che interessa.

In un post sul suo blog di Maps Google scrive: "Nel nostro ultimo aggiornamento, Google Maps si allea con Google Calendar per rendere ancora più facile arrivare dove devi andare. A partire da oggi, gli utenti Android in tutto il mondo inizieranno a vedere i loro eventi di Google Calendar su Google Maps. Quindi, se siete diretti a una cena in famiglia o volete ottenere le indicazioni della metropolitana per una festa di compleanno, è ora possibile accedere rapidamente e facilmente ai vostri eventi direttamente da Maps". 

Quando si crea un evento in Google Calendar, per integrare gli eventi su Google Maps bisogna inserire nel campo "Dove"  l'indirizzo in cui un evento  avrà luogo, in modo che Maps possa conoscere l'indirizzo della destinazione. Una volta attivata la sincronizzazione, su Google Maps verranno visualizzati gli eventi futuri di Google Calendar sulla mappa.

Google ha anche reso disponibile una nuova scheda in cui è visibile l'elenco degli eventi futuri in programma aprendo il menu della barra laterale e toccando "I tuoi Luoghi" e poi "In programma". Se invece si preferisce non visualizzare sulla mappa eventi specifici, tali eventi si possono nascondere dalla mappa toccando l'evento sulla mappa e poi scegliendo l'opzione "Elimina".

Ecco come poter disporre della nuova funzionalità attivando la sincronizzazione di Maps con Calendar:

  • Aprire Maps aggiornato alla versione con l'integrazione
  • Aprire il menu della barra laterale,
  • Toccare "I tuoi Luoghi"
  • toccare "In programma": a questo punto compare il pulsante 'Attiva'
  • Premere il pulsante 'Attiva': inizia la configurazione della sincronizzazione degli eventi con Gmail e Calendar.

Un'altra importante novità riguarda Gmail; infatti quando in Gmail  si riceve una mail di conferma per una prenotazione alberghiera, di un volo aereo o di un ristorante, tali prenotazioni verranno visualizzate in Mappe automaticamente. Allo stesso modo degli eventi sincronizzati da Calendario, anche le mail di Gmail saranno elencati nella scheda "In Programma".

Sulla mappa è ora possibile visualizzare l'indirizzo di alcuni dei propri contatti per vedere la posizione sulla cartina, inserendo l'indirizzo del contatto nella scheda del Contatto.

Prima di sincronizzare i dati da Calendario e Gmail, Google Maps  chiede all'utente l'attivazione di 'Attivita' Web'. Una volta attivata, Google memorizza informazioni come ad esempio:

  • posizione e lingua utilizzata per effetuare una ricerca o se si utilizza un browser o un'app;
  • gli annunci a cui si risponde facendo clic sugli annunci stessi o completando un acquisto sul sito dell'inserzionista;
  • il proprio indirizzo IP;
  • i risultati restituiti, inclusi quelli che riguardano le informazioni memorizzate sul dispositivo (come app recenti o nomi di contatti cercati)
  • risultati di ricerca da altri prodotti Google.


Precedente Apple iPad, nel 2017 arrivano tre nuovi modelli
Successivo Samsung sta sviluppando i Galaxy J (2017)