Cellulari.it

Echo Nest passa sotto il controllo di Spotify

Echo Nest, compagnia che gestisce la maggior parte delle internet radio del panorama mondiale, è stata acquisita dal noto servizio di streaming musicale Spotify.

Echo Nest, compagnia che gestisce la maggior parte delle internet radio del panorama mondiale, fra cui Pandora, Rdio, Twitter Music, iHeartRadio e Nokia MixRadio, è stata acquisita dal noto servizio di streaming musicale Spotify.

Echo Nest sfrutta degli algoritmi specifici per generare database personalizzati per ogni utente in base ai gusti, alle playlist salvate sui dispositivi personali e alle informazioni condivise tramite social network.

Paul Lamere, capo sviluppatore di Echo Nest, ha commentato: “Sono incredibilmente eccitato di diventare parte di Spotify, specialmente per ciò che significa per le API di Echo Nest. Innanzitutto, per esser chiari, le API di Echo Nest rimarranno disponibili gratuitamente per gli sviluppatori. Siamo impegnati nel continuare a supportare le nostre API in modo ‘open’. Inoltre, anche se non abbiamo risolto tutti i dettagli, potete immaginare che esiste una mole tale di dati di Spotify che possiamo potenzialmente usare per migliorare le API”.


Precedente Paddle, lo smartphone del futuro è deformabile
Successivo HTC Desire 310, nuovo entry level Android disponibile da aprile