Cellulari.it

Apple AirPods 2 in arrivo, ecco quali differenze potrebbero esserci

Apple AirPods 2 in arrivo, ecco quali differenze potrebbero esserci

Apple sta lavorando al nuovo modello delle AirPods, le celebri cuffie senza fili sul mercato già da diversi mesi, ed in questo articolo parliamo delle novità trapelate in diversi rumors.

Uno dei prodotti di Apple che presto vedrà arrivare la nuova variante è sicuramente Airpods ovvero le cuffie senza fili con ricarica direttamente dal box di trasporto in vendita ormai da dal 2016, ma quali saranno le novità? Scopriamolo insieme grazie a diversi rumors trapelati online in queste ore.

Iniziamo dicendo che si parla già di due versioni, una che arriverà nel 2019 ed una l’anno successivo ovvero il 2020 a conferma del fatto che Apple non attenderà oltre due anni per il restyling come invece successo con il primo modello.

Ne hanno parlato fonti attendibili, per esempio Bloomberg ha dichiarato appunto quanto detto sopra e Ming-Chi Kuo, analista citato da 9to5mac, ha precisato che nei prossimi due anni arriveranno due modelli.

Ovviamente parliamo sempre di informazioni da fonti attendibili ma da prendere sempre con le dovute precauzioni in quanto per esempio lo stesso analista sopra citato di KGI Securites aveva annunciato il probabile arrivo del nuovo modello già per il 2018 ma, come sappiamo, così non è stato. 

All’inizio dell’anno in corso si parlava di un primo restyling nel 2018 e di un arrivo del modello nuovo vero e proprio nel 2019, quasi come se si presentasse prima una versione “S” per poi passare alla “2” come da abitudine dell’azienda di Cupertino.

Ma quali novità arriveranno con la nuova versione prevista per il 2019? Innanzitutto la ricarica wireless che permetterebbe all’utente di appoggiare il box delle cuffie sopra un pad QI per iniziare l’alimentazione della batteria, ovviamente dovrebbe comunque rimanere la porta lightning presente invece già sul primo modello.

Altre novità riguarderebbero la cancellazione del rumore attiva, una portata migliore parlando di raggio d’azione e certificazione per la resistenza a schizzi d’acqua e quindi pioggia o sudore in caso di attività sportiva intensa, tutto questo potrebbe aumentare il prezzo di vendita rispetto al primo modello attualmente proposto da Apple a 179 euro.

Oltre a quanto detto sopra si parla anche di novità legate per esempio al software, nel primo modello si può richiamare l’assistente vocale Siri con un tap sull’auricolare mentre nella nuova versione potrebbe bastare il comando vocale “Hey Siri”, proprio come succede su iPhone.

Secondo l’analista sopra citato la nuova variante potrebbe ottenere una domanda ancora più alta rispetto alla prima che comunque ha venduto nel 2017 circa 20 Milioni di unità con una stima di 30 Milioni per il 2018.

In caso di aggiornamenti vi terremo ovviamente informati. 


Precedente Samsung Galaxy S10 Plus si mostra con cinque fotocamere di cui due a display
Successivo Google aggiorna Pixel 3, 2 e Nexus con patch di Dicembre e diverse migliorie