Cellulari.it

Apple prepara dispositivo domotico Wireless con integrazione Siri

Apple prepara dispositivo domotico Wireless con integrazione Siri

Apple prepara dispositivo domotico Wireless con integrazione Siri. Da una prima analisi, sembra un dispositivo simile ad Amazon Echo con speaker, microfono e wireless.

Presto potremo avere Siri a disposizione in tutta la casa grazie al nuovo progetto imbastito da Apple che punta a fornire un device per la domotica basato su Siri e integrato ad HomeKit.

Il dispositivo includerà un sistema di ricognizione facciale per identificarci, microfono e speaker per poter interagire con Siri e poter cosi gestire tutte la attività domotiche compatibili.

Si tratta della prima e vera evoluzione di HomeKit, apparsa su iOS da un paio di anni ma ancora oggi poco sviluppata ed utilizzata.

L'idea di creare una piattaforma domestica sulla quale poi integrare diverse componenti, potrebbe aprire un nuovo e interessante scenario per le future case interconnesse.

La domotica integrata oggi è molto frammentata con infiniti standard e difficoltà di integrazione. Non esiste, ad oggi, una piattaforma condivisa tra software e hardware per poter veramente integrare servizi e funzionalità con una sola e semplice gestione.

In futuro tramite questo dispositivo, potremo accendere e spegnere le luci, impostare riscaldamento e condizionatori anche da remoto, gestire gli aspetti di sicurezza come videosorveglianza e allarmi, aprire e chiudere porte e finestre, il tutto da un solo ed unico pannello di controllo.

Questo device potrebbe essere di fatto uno spinoff del progetto Airpods, visto che di fatto si tratta di uno speaker wireless. Troveremo sicuramente gran parte delle specifiche degli Airpods con l'aggiunta poi della configurazione tipica di un dispositivo domotico, quindi integrazione Wifi ed Ethernet.

L'idea di lanciare uno standard domotico potrebbe ridare slancio al settore, ancora in cerca di un leader con il quale poter avere un dialogo privilegiato.


Precedente Twitter-mercato: oltre a Google sono interessate anche Disney e Microsoft
Successivo LG presenta il nuovo smartphone K3, un dispositivo da 80 dollari