Cellulari.it

iOS 10, cosa si deve fare se dopo l'aggiornamento l'iPhone è bloccato e non si accende

iOS 10, cosa si deve fare se dopo l'aggiornamento l'iPhone è bloccato e non si accende

Da quanto emerso online alcuni utenti riferiscono che i loro iPhone e iPad si bloccano e non si accendono più dopo aver installato l'aggiornamento a iOS 10. Ecco cosa fare.

L'aggiornamento della nuova versione del sistema operativo di Apple tanto atteso, iOS 10, è disponibile, in qualità di aggiornamento gratuito, già dal 13 settembre e chi possiede un modello iPhone a partire dalla quinta generazione (iPhone 5) in avanti e chi ha acquistato un iPad a partire dal modello iPad mini 2 e generazioni successive, può aggiornare il proprio telefono.

Alcuni utenti hanno però riscontrato dei problemi durante l'aggiornamento del proprio dispositivo; infatti alcuni bug hanno bloccato gli iPhone e IPad.

Praticamente alcuni iPhone e iPad, da quando è stato effettuato l'aggiornamento dei dispositivi a iOS 10 non si accendono più, quindi nei seguenti punti indichiamo ai lettori cosa fare se durante l'aggiornamento alla nuova versione di iOS 10 dovesse bloccarsi il proprio iPhone o iPad:

 

  • Eseguire un backup del device.
  • Collegare il dispositivo a iTunes.
  • Forzare il riavvio tenendo premuti contemporaneamente sia il pulsante di accensione che il pulsante Home per circa 10 o 15 secondi, finché il dispositivo sia riavvia nella modalità 'recovery'.
  • Selezionare "ripristino" quando il dispositivo richiede di fare un "ripristino" o di "aggiornare" (questa operazione cancella tutto quello che è salvato sul dispositivo, ecco perché prima di fare l'aggiornamento occorre eseguire il backup).  
  • Quando il dispositivo si riaccende, è possibile continuare il processo di installazione e recuperare i dati salvati durante il backup.


Può accadere che i passaggi sopra non funzionino la prima volta, perciò consigliamo di rifare questa serie di operazioni due o tre volte. Se al terzo tentativo il proprio dispositivo non dovesse accendersi allora è meglio contattare l'assistenza Apple Care e portare il proprio device in un Apple Store.

Se dovesse succedere che tenendo premuti i due pulsanti non si riesce ad entrare nella modalità di ripristino, allora occorre contattare direttamente l'assistenza di Apple.

La società di Cupertino ha ammesso che la prima versione di iOS 10 avrebbe potuto creare problemi con alcune unità di dispositivi iOS, ma ha anche fatto sapere di avere già risolto tutti i bug trovati.

Questo significa quindi che chi volesse aggiornare adesso il proprio telefono o tablet di casa Apple non dovrebbe trovarsi alle prese con la mancata accensione del device dopo l'aggiornamento. Resta comunque in essere la possibilità che siano ancora presenti altri bug, perciò Il nostro consiglio è di avere pazienza e aspettare almeno una o due settimane prima di aggiornare il proprio dispositivo, in modo che Apple risolva eventuali altri bug segnalati da chi ha già effettuato l'aggiornamento a iOS 10.  

Ecco la lista dei modelli di iPhone e iPad compatibili con iOS 10:

IPHONE: iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 5s, iPhone 5c, iPhone 5
IPAD: iPad Pro 12,9", iPad Pro 9,7", iPad Air 2, iPad Air, iPad (4a generazione), iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2
IPOD: iPod touch sesta generazione

Restano invece fermi a iOS 9.x gli iPod touch di quinta generazione, gli iPhone 4s e gli iPad mini.



Precedente Skype per Android consente l'accesso rapido da un bot nelle chat di gruppo
Successivo Pokemon Go, falsa guida per Android con virus scaricata 500 mila volte