Cellulari.it

Apple rottama Blackberry, Android e Windows Phone per passare ad iPhone

Apple rottama Blackberry, Android e Windows Phone per passare ad iPhone

Apple includerà anche smartphone Blackberry, Android e Windows Phone nel programma di riciclo che permetterà agli utenti, di rottamare uno smartphone con sistema operativo Android, Blackberry o Windows Phone OS per avere uno sconto sull

Apple includerà anche smartphone Blackberry, Android e Windows Phone nel programma di riciclo che permetterà agli utenti, di rottamare uno smartphone con sistema operativo Android, Blackberry o Windows Phone OS per avere uno sconto sull'acquisto di un iPhone.

La politica mira a sgretolare quello zoccolo duro di utenti, decisamente affezionato a Blackberry OS o al più recente Windows Phone OS oppure alla diretta concorrenza Android.

Con questa iniziativa, gli utenti possono anche ottenere il trasferimento dei contatti dal vecchio smartphone a quello nuovo.

In passato, Apple permetteva di rottamare iPhone e iPad, ottenendo uno sconto sull'acquisto di un nuovo prodotto, anche se spesso le offerte erano decisamente inferiori ai prezzi di mercato ottenibili su piattaforme come eBay o Subito.it.

Pochi infatti gli utenti che hanno aderito all'iniziativa ufficiale di Apple, preferendo rivendere i proprio dispositivi sui mercati paralleli, ben più remunerativi.

Diversamente da altri prodotti, anche a causa della politica Apple con prezzi standard e sconti risicati al minimo, i dispositivi Apple godono di una certa stabilità di prezzo che consente di incassare ancora molto anche con modelli ormai superati.

Tanto per dare due numeri,
iPhone 5S oggi viene scambiato intorno ai 500 euro, 400 euro per iPhone 5 e circa 350 per iPhone 4S. iPhone 3GS trova ancora acquirenti per poco meno di 80 euro.

Tra i motivi di questa politica, il tentativo di Apple di portare gli utenti nei propri Apple Store perchè, statisticamente parlando, un utente che acquista presso un negozio fisico Apple, spesso acquista anche accessori ufficiali, decisamente ben remunerativi per Apple.


Precedente Microsoft potrebbe lasciare Internet Explorer dopo 20 anni
Successivo Skiddi, il micro porta sci in plastica riciclata