Cellulari.it

iPhone 2G diventa vintage: fuori produzione e fuori garanzia

Si tratta di un fenomeno ben noto ai numerosi utenti della Mela, che giÓ in passato ha riguardato i Mac, ma che per la prima volta iscrive un iDevice nella lista di obsolescenza.

Apple manda in pensione il primo iPhone presentato nel 2007 e, dal prossimo 13 giugno, non fornirà più assistenza tecnica e parti di ricambio presso i suoi negozi ufficiali e i rivenditori autorizzati.
Si tratta di un fenomeno ben noto ai numerosi utenti della Mela, che già in passato ha riguardato i Mac, ma che per la prima volta iscrive un iDevice nella lista di obsolescenza.
Il primo iPhone, più comunemente conosciuto con il nome di iPhone 2G per via del mancato supporto alle reti di terza generazione, ha segnato un’autentica rivoluzione nel settore della telefonia grazie all’introduzione dello schermo multitouch, alla gestione delle funzioni via app e alla straordinaria piacevolezza d’utilizzo. Il suo debutto viene ancora oggi ricordato con grande ammirazione per il prezioso contributo di Steve Jobs e per il keynote all’avanguardia.
Lo smartphone però sarà in buona compagnia: tra gli altri dispositivi che Apple ritiene non più meritevoli di un supporto ricordiamo anche i MacBook Pro e gli iMac prodotti fino al 2007, il primissimo MacPro, gli XServe del 2006 e i vecchi iMac G5 e PowerBook G4, ultimi modelli con architettura Power PC successivamente sostituita dai processori Intel.


Precedente Laser game: ecco come giocare con gli smartphone Android
Successivo Google Now, un nuovo assistente per iOS