Cellulari.it

Google Play Store per Android si aggiorna: nuova interfaccia utente e altre novità

Interfaccia utente rinnovata per il Google Play: tramite il blog ufficiale di Android il search engine ha annunciato il rilascio della nuova versione del market (la 4.0.25), rivisitata nel design per una migliore visualizzazione tramite smartphone e

Interfaccia utente rinnovata per il Google Play: tramite il blog ufficiale di Android il search engine ha annunciato il rilascio della nuova versione del market (la 4.0.25), rivisitata nel design per una migliore visualizzazione tramite smartphone e tablet. Tra le principali novità, le immagini più grandi che consentono di avere una scheda prodotto più bella da vedere e di sfruttare al meglio gli ampi schermi degli smartphone.

 

Come possiamo vedere nell'immagine qui sotto, inoltre, abbiamo i pulsanti sui vari contenuti dello store nella parte superiore della pagina: Applicazioni, Giochi, Video e TV, Musica, Libri e Magazines.

 

 
Scorrendo la pagina verso il basso, vengono visualizzate sempre più raccomandazioni, in uno stile che ricorda molto da vicino quello di un altro servizio di Big G, Google Now. Come si può leggere sul blog, anche il sistema di pagamento è stato semplificato e reso più chiaro e veloce, consentendo un più rapido acquisto dei contenuti all'interno del market.

 

Il nuovo Google Play Store verrà aggiornato in questi giorni su tutti gli smartphone con almeno Android 2.2 Froyo. Un po' di pazienza, quindi, e la nuova release del market arriverà anche sul vostro dispositivo.  

Iran apre ad Android, arriva Google Play in Iran

Con un comunicato ufficiale rivolto agli sviluppatori, Google ha annunciato l’apertura dello store virtuale Google Play in Iran. Gli abitanti del paese mediorientale potranno presto scaricare applicazioni su device Android, ma solo nel caso si tratti di titoli gratuiti, poco popolari e senza meccanismi di pagamento in-app.

Le software house che sfruttano la piattaforma Google Play dovranno ora “sbloccare” e aggiungere il mercato iraniano nell’apposita sezione della Developer Console.

L’arrivo della piattaforma di Google in Iran rappresenta un importante passo in avanti per quanto riguarda i rapporti tra la multinazionale statunitense e il governo locale. E le recenti elezioni presidenziali tenutesi nel Paese hanno sicuramente disteso i toni, favorendo la trattativa. Può essere l’inizio di un processo di cambiamento sociale per il popolo iraniano?


Precedente Oppo R809T: Uno smartphone da soli 6 mm di spessore
Successivo Nokia Lumia 521: il Lumia 520 per il mercato statunitense a 180 dollari con T-Mobile