Cellulari.it

Attivazioni Android potrebbero superare 1 miliardo, ma iPhone più forte negli USA

Numeri sempre più impressionanti per la piattaforma Android: secondo i dati diffusi dalla società di ricerca Asymco, infatti, il numero di attivazioni potrebbe arrivare in breve tempo alla vertiginosa cifra di 1 miliardo. A novembre 201

 

Numeri e previsioni sempre più impressionanti per la piattaforma Android: secondo i dati diffusi dalla società di ricerca Asymco, infatti, il numero di attivazioni potrebbe arrivare in breve tempo alla vertiginosa cifra di 1 miliardo. A novembre 2012, come possiamo vedere nel grafico qui sotto, le attivazioni sarebbero arrivate a quota 800 milioni.


 


Utilizziamo non a caso il condizionale perché i numeri di Asymco non sono ufficiali, bensì stime fatte in base al trend di crescita del sistema operativo mobile open source. Gli ultimi dati ufficiali rilasciati da Google risalgono a settembre 2012, quando le attivazioni giornaliere erano in media 1,3 milioni e quelle totali avevano superato i 500 milioni.

 

Il miliardo di attivazioni, quindi, non sembra poi cosi inverosimile se si tiene conto della velocità con cui Android si sta diffondendo. Davvero singolare, però, la geografia della crescita dellla piattaforma: se gli Stati Uniti d'America sono un paese importantissimo per capire l'andamento del mercato, in questo caso le cose sono molto diverse. Analissando i dati di un'altra società di ricerca, la comScore, e mettendoli in relazione con quelli ufficiali di Google, si scopre che negli States i nuovi utenti Android crescono ad un ritmo di 13 mila attivazioni o poco più.

 

La stragrande maggioranza della crescita Android, quindi, riguarda il resto del mondo. E' l'iPhone, con circa 525 mila attivazioni al giorno, a dominare il mercato a stelle e strisce. La motivazione più logica di questa tendenza opposta rispetto agli altri mercati è senza dubbio legata al prezzo: negli USA, infatti, è possibile acquistare un iPhone a condizioni decisamente più vantaggiose che in altri paesi.

 

E' possibile, quindi, che un esordio di Apple nella fascia bassa del mercato (ormai i rumors su un iPhone economico sono praticamente quotidiani) e/o una strategia commerciale “simil USA” anche in altri stati possa rendere le cose differenti?  



Precedente Stephen Elop: Nokia potrebbe tornare a superare Apple e Samsung
Successivo Instagram arriverà su tutti i Windows Phone: nuova conferma dalla Spagna