Cellulari.it

Android per Principianti: Personalizziamo Android in 5 passi

Android per Principianti: Personalizziamo Android in 5 passi

Android per Principianti: Personalizziamo Android in 5 passi. Di seguito, 5 consigli su come trattare il proprio smartphone android al fine di renderlo materia totalmente plasmabile tra le proprie mani.

Gli smartphone si chiamano in questo modo non a caso: infatti la grande capacità di calcolo (estremamente superiore ai telefoni cellulari di qualche anno fa) e l'infinita quantità di operazioni cui si può accedere grazie al loro prezioso supporto, è tale d renderli con merito dei telefoni intelligenti.

Android rappresenta una certezza per coloro che vogliono accedere a centinaia di funzioni attraverso il proprio dispositivo; inoltre, ogni volta che viene lanciato sul mercato un nuovo modello si rimane sempre a bocca aperta per l'avanzamento tecnologico che si raggiunge a distanza di pochi mesi rispetto ai modelli precedenti.

Nonostante ciò, gli utilizzatori più esigenti di android potrebbero non essere pienamente appagati dalle già innumerevoli funzioni offerte e potrebbero voler ulteriormente personalizzare il proprio amato device.

Di seguito, 5 consigli su come trattare il proprio smartphone android al fine di renderlo materia totalmente plasmabile tra le proprie mani.

Grafica: come rifare il look ad android

 
Tante volte ci è capitato di rimanere a bocca aperta per le personalizzazioni disponibili di default su android. Dopo qualche mese però si sente la necessità di cambiare, di andare oltre, di rendere il proprio dispositivo effettivamente unico nel suo genere. Infatti, soprattutto per i modelli maggiormente quotati, il rischio di incontrare qualcuno con lo stesso dispositivo e con le medesime impostazioni è frequente: dunque si può sentire l'esigenza di trasformare il proprio android in qualcosa di veramente personale. Sfondo, widget, icone delle app, sono solo 3 degli aspetti sui quali un utente può agire facilmente per dare una nuova sferzata al proprio smartphone. Non è neppure necessario essere dei programmatori, ma basta avere l'ausilio di qualche applicazione che ci aiuti nel nostro scopo. Senza dover infatti effettuare il root di android, si possono scaricare infatti dei nuovi launcher in grado di coniugare con un'interfaccia grafica completamente nuova l'interazione tra uomo e smartphone. Si tratta di poter modificare il numero di schermate, la disposizione, il modo di accedervi e di gestirle, creare scorciatoie e molto altro ancora. Una volta cambiate le modalità di accesso al dispositivo, grazie ad un launcher nuovo di zecca, si possono scaricare degli icon pack e dei widget per <> il nostro device a pieno piacimento.
In pochi minuti e senza competenze elevate si può totalmente trasformare l'interfaccia grafica di android.



Basta rinunce: sfrutta al massimo le funzioni

 
Cucirsi addosso il proprio smartphone non significa semplicemente trasformarne l'interfaccia grafica. Anzi, tra le grandi capacità di android una delle più importanti è la possibilità di settare molte funzioni ed impostazioni al fine di rendere il più possibile confortevole l'esperienza di utilizzo. Tante volte si ha necessità di avere rapido accesso ad una certa funzione, altre volte si vorrebbe personalizzarla per le proprie esigenze: ebbene, android può venire incontro alla richiesta del suo utilizzatore.
Ad esempio è possibile fare in modo che la funzione hot spot del cellulare sia utilizzata attraverso un cavo usb, oppure si può accedere alla fotocamera direttamente da schermo spento per catturare immediatamente una certa immagine. Quante volte vorremmo fotografare qualcosa (un animale ad esempio), ma il tempo di accesso alla fotocamera fa sfumare la foto desiderata? Si può fare in modo di accedere subito agli scatti!
Molti smartphone hanno la porta infrarossi ed è possibile, attraverso app dedicate, settarla al fine di trasformare il dispositivo in un telecomando universale. In qualsiasi momento si potrà dunque controllare una televisione, un dvd, uno stereo e tutti i dispositivi dotati di porta infrarossi. Per rendere la connessione internet la più veloce possibile si può inoltre attivare una modalità di compressione delle pagine visitate: questo farà risparmiare tempo e banda dati.
Quelli appena elencati sono solo alcuni dei possibili accorgimenti che si possono attuare per personalizzare l'utilizzo di android. Tante altre modifiche sono possibili!


Occhio alle prestazioni: rendi android una Ferrari


Gli smartphone android attualmente sul mercato sono equipaggiati da processori e da una quantità di ram che farebbero impallidire l'hardware dei computer di pochissimi anni fa. Quello che spesso si ignora è che tra le mani l'utente di android ha un vero e proprio computer racchiuso nello spazio di pochi pollici. Eppure un utilizzo poco attento, una saturazione della memoria, la presenza di una cache estremamente vasta, possono essere causa di un rallentamento delle prestazioni. Ecco che una delle personalizzazioni possibili consiste nello scaricare delle applicazioni dedicate per android che hanno il compito di scandagliare a fondo il sistema al fine di individuare eventuali problemi di prestazioni relativi ad un uso improprio del sistema. I cleaner, ad esempio, sono in grado di ripulire la cache, ottimizzare le app e riorganizzare la memoria del dispositivo per renderlo nuovamente un fulmine. Altre app hanno invece lo scopo di ottimizzare l'utilizzo della batteria al fine di renderla di una durata estremamente superiore rispetto al passato. Per non parlare di una navigazione più veloce semplicemente scegliendo il browser corretto.
Basta qualche accortezza per mantenere sempre in salute android e farlo rendere come a smartphone appena comprato.

Gadget

Ok l'interfaccia grafica, ok l'ottimizzazione delle prestazioni, ma mai rinunciare alla possibilità di utilizzare gadget e periferiche esterne per rendere sempre più unico il proprio smartphone android.
Uno dei devide esterni di maggiore utilità è rappresentato dai tasti bluetooth per poter gestire la playlist dello smartphone. Grazie ad essi si può guidare in totale sicurezza, piazzandoli sul volante e gestendo la musica preferita come se si trattassero di veri comandi al volante presenti sulle auto di nuova generazione.
Tra i gadget maggiormente amati come non citarne due altri: il primo è una lampada a controllo bluetooth che cambia colore a seconda dell'atmosfera che si vuole dare alla propria stanza. Basta usare lo smartphone per comandare a distanza una tonalità diversa.
Altro strumento utilissimo sono gli speaker bluetooth che senza alcun tipo di cavo sono in grado di diffondere perfettamente e con estrema fedeltà la musica che si è salvata sul proprio dispositivo. Basta stereo, cd e supporti vari: bastano il proprio android e le casse bluetooth.


Root android: per gli incontentabili

 

Se non siamo sufficientemente contenti della varietà di applicazioni e della personalizzazione che ci permettono di attivare sul device android, per i più esperti l'ultima arma è quella del root di android. Si tratta di un sistema che permette di accedere al massimo livello di permessi del proprio dispositivo, dunque una volta effettuato il root sarà come avere il codice direttamente tra le proprie mani per poterlo plasmare a proprio piacimento.
E' sempre bene ricordare che prima di effettuare il root di android è necessario fare una copia di backup dei dati, al fine di avere tutto a disposizione qualora andasse storto. Inoltre bisogna anche ricordare che spesso si perde la garanzia sul dispositivo nel caso di modifiche nel profondo del sistema operativo.
Il root è, nei fatti, una operazione consigliata solo per utenti esperti e solo per coloro che hanno necessità di modificare android per utilizzi indispensabili. Inutile rischiare se non si ha una reale esigenza. Con la varietà di app a disposizione, certamente l'utente medio ha già tutto quello che gli serve per avere l'android che desidera.
Precedente Ekoore Ocean Z, il top di gamma low cost
Successivo Samsung Galaxy S4 Active comincia a ricevere l&#039;aggiornamento Android KitKat 4.4

Principali Marche